Banca Mediolanum, definiti i requisiti MREL

L'istituto annuncia di aver ricevuto la Resolution Decision da Banca d’Italia, d’intesa con il Single Resolution Board dell’UE
16/12/2021 | Redazione Advisor

Banca Mediolanum annuncia di aver ricevuto la Resolution Decision da Banca d’Italia, d’intesa con il Single Resolution Board dell’UE, a conclusione del processo amministrativo relativo alla determinazione del requisito minimo dei fondi propri e delle passività ammissibili (MREL).

Nel comunicato  diffuso dalla banca, si precisa che il provvedimento dei derterminazione MREL sarà da rispettare su base consolidata a partire dal 1° gennaio 2024, con un livello obiettivo intermedio vincolate dal 1° gennaio 2022. Banca Mediolanum dovrà rispettare un requisito MREl pari al 17,77% dell’esposizione al rischio (20,27% comprensivo del Combined Buffer Requirement) e pari al 5,33% dell’Esposizione complessiva per leva finanziaria. L’obiettivo intermedio è pari all’8% (10,50%) e 3%, rispettivamente.

Angelo Lietti, chief financial officer di Banca Mediolanum, spiega che “da sempre Banca Mediolanum si contraddistingue per la propria solidità patrimoniale e mi preme al riguardo rammentare gli ultimi elevati valori di patrimonializzazione, registrati su base consolidata al 30 settembre 2021. Faccio riferimento in particolare a un Common Equity Tier i ratio (Cet 1) pari al 20,4% e a un Leverage Ratio Exposure (LRE) pari a e 5,93%”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.