Bper, aumento di capitale da 800 milioni per UBI

L'istituto emiliano si attende di conseguire nel 2021 un utile di circa 235 milioni a fronte dei 450 milioni stimati nel piano varato a febbraio 2019
06/08/2020 | Redazione Advisor

Bper aggiorna i target finanziari al 2021, tagliando gli obiettivi annunciati nel 2019 per tener conto degli effetti della pandemia di Coronavirus. Su base stand alone l'istituto emiliano si attende di conseguire nel 2021 un utile di circa 235 milioni a fronte dei 450 milioni stimati nel piano varato a febbraio 2019.

Grazie al contributo delle filiali di UBI che rileverà da Intesa, l'utile salirà a circa 375 milioni, con una crescita del risultato della gestione operativa di circa 450 milioni rispetto alla situazione stand-alone. Il costo del credito viene stimato prudenzialmente invariato attorno ai 90 punti base nel 2021 mentre viene confermata una solida posizione patrimoniale, con un Cet1 in area 13%.

Alessandro Vandelli, ceo di Bper, in conference call con gli analisti, ha annunciato che la banca prevede di fare un aumento di capitale "attorno agli 800 milioni di euro" per finanziare l'acquisizione degli sportelli di Ubi Banca che rileverà da Intesa Sanpaolo. Che ha precisato: "Stimiamo un aumento tra i 750 e gli 800 milioni" così da "mantenere un cet1 in area 13%".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.