Illimity centra l’obiettivo: vicini i 30 milioni di utili

L’a.d. Passera: “La redditività è generata dalla crescita in tutti i nostri settori di attività e si accompagna a una buona qualità del credito”
12/11/2020 | Redazione Advisor

Illimity è pronta a tagliare il traguardo dei 30 milioni di profitti netti entro fine anno. Grazie all'utile netto di 9,5 milioni del terzo trimestre, superiore alle attese degli analisti, il saldo dei profitti della banca fondata da Corrado Passera nei primi nove mesi dell'anno è già arrivato a 24,3 milioni. L’amministratore delegato, con un’intervista pubblicata sul Sole 24 Ore, esprime tutta la sua soddisfazione per i dati: “La crisi dell'economia perdura, ma la nostra banca sta mostrando grande resilienza: cresciamo, aumentiamo gli utili e aiutiamo tante imprese a superare la crisi”. 

“La redditività – spiega l’ex ministro - è generata dalla crescita in tutti i nostri settori di attività e si accompagna a una buona qualità del credito”. L'ultimo portafoglio di crediti è stato acquistato mercoledì da UniCredit per un valore lordo di 600 milioni. Passera spiega che “con la crisi indotta dal Covid il grande mondo degli Utp è destinato a crescere e l'anno prossimo, quando finiranno le moratorie, è probabile che aumenterà in modo significativo il nostro portafoglio si conferma di buona qualità e continueremo quindi a selezionare con attenzione le possibilità di investimento che certamente cresceranno”.

E, sulla possibilità di caricare i ‘libri’ della banca di troppi crediti a rischio, dice: “E' il nostro lavoro, abbiamo dimostrato di saperlo fare valutando bene i settori e i piani delle aziende che valutiamo in un'ottica di medio lungo termine”.

L’amministratore delegato chiosa commentando la joint venture con la fintech italiana Hype nei servizi finanziari digitali: “E' un accordo strategico che ci consente di entrare rapidamente in un ulteriore segmento ad alto tasso di crescita. Dall'unione delle forze, puntiamo a sviluppare in modo sostenibile un campione nazionale e un benchmark europeo puntiamo a 3 milioni di clienti e già dal 2021 contiamo di ampliare l'offerta in ottica di open banking, attraverso accordi con partner non solo finanziari”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.