avatar

17/05/2021

Cassa Lombarda, numeri in crescita anche nel primo trimestre

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • Masse complessive a fine aprile pari a 5 miliardi (+3% rispetto a fine 2020), di cui 4,3 miliardi in risparmio gestito e amministrato (+2,7% rispetto a fine 2020)
La News

Cassa Lombarda, la boutique di wealth management attiva da quasi un secolo nel panorama bancario italiano, informa del buon andamento del primo trimestre 2021 sulla scia dei soddisfacenti risultati dell’esercizio 2020 nei diversi settori di attività della Banca, da quello principale dei servizi di investimento a quelli accessori di valorizzazione del portafoglio di proprietà e di esercizio del credito.

Nel trimestre il margine di intermediazione è pari a 11,1 milioni di euro, in crescita del 28,8% rispetto al medesimo periodo del 2020, mentre il risultato della gestione ordinaria è pari a 1,3 milioni. L’utile del primo trimestre risulta positivo per 1,1 milioni, oltre la metà del risultato netto dell’intero 2020, a conferma dell’ottimo avvio dell’esercizio in corso.

Relativamente al 2020, Cassa Lombarda aveva registrato una buona tenuta reddituale, con un risultato della gestione operativa a 5,3 milioni (6,6 milioni nel 2019), grazie alla sostanziale stabilità delle commissioni e un risultato netto d’esercizio a 1,9 milioni, a testimonianza della resilienza e reattività con cui la Banca è stata in grado di affrontare il frangente emergenziale. Sempre a fine 2020 CET1 e Total Capital Ratio si sono attestati rispettivamente al 17,18% (16,29% nel 2019) e al 18,17% (17,53% nel 2019), ampiamente al di sopra dei livelli minimi regolamentari e di quelli suggeriti dalle attività di vigilanza a dimostrazione della solidità patrimoniale della banca. Significativa la dinamica della raccolta totale che, su dati aggiornati al 30 aprile, evidenzia masse complessive per 5 miliardi, in crescita del 3% rispetto al 31 dicembre 2020, avvalorando la bontà del modello di business e dell’offerta di prodotti e servizi come previsto dal piano strategico di sviluppo.

Nel dettaglio, le masse afferenti alla raccolta indiretta hanno segnato un incremento del 2,7%, attestandosi a 4,3 miliardi, trainato principalmente dal buon andamento delle polizze, dei fondi e del comparto amministrato, favoriti dalle rinnovate strategie d’investimento e dalla progressiva affermazione dei servizi di consulenza evoluta.

In termini di sviluppo strategico e commerciale, gli ultimi 15 mesi si sono caratterizzati per un significativo piano di investimenti legati a nuovi modelli di servizio, infrastrutture digitali e competenze nelle attività core, per orientare sempre più l’offerta alla clientela verso un servizio di gestione e di consulenza di alta qualità.

Oltre al varo della nuova direzione commerciale è stata completata la piattaforma proprietaria e il conseguente avvio del servizio di consulenza evoluta, a cui si è aggiunto il sinergico servizio di Wealth Planning. Inoltre, nell’ottica di una sempre più ricca architettura aperta, sono state finalizzate nuove partnership commerciali, per ampliare la gamma prodotti e rispondere al meglio alle esigenze della clientela, anche nell’ambito di soluzioni di investimento diretto nell’economia reale, come l’ELTIF di BlackRock e il recente ELTIF PIR Alternativo di Anthilia Capital Partners.

“Siamo soddisfatti del percorso strategico che permette di valorizzare il nostro distintivo modello di asset management tailor-made e di consulenza evoluta, con risultati che già si riflettono sull’accelerazione del business degli ultimi mesi. Con l’obiettivo di rafforzare il posizionamento di Cassa Lombarda nella gestione del patrimonio di famiglie ed imprenditori, siamo focalizzati sull’espansione dell’attività di private banking e sullo sviluppo di un’offerta sempre più diversificata, orientata alla gestione personalizzata e specializzata del patrimonio complessivo del cliente, anche sul versante del credito,” afferma Paolo Vistalli, amministratore delegato e direttore generale di Cassa Lombarda. “Forti anche della solidità patrimoniale della Banca, in ottica prospettica, confermiamo tra i driver di crescita il consolidamento dimensionale, economie di scala e l’innovazione del modello di servizio”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: