MIFL, partnership da 500 milioni con tre boutique di gestione

Le società sono Pzena Investment Management (Pzena), Mondrian Investment Partners (Mondrian) e Atlas Infrastructure (ATLAS)
21/06/2021 | Redazione Advisor

Mediolanum International Funds investe altri 500 milioni di euro con tre boutique di gestione perseguendo la sua strategia multi-manager. L’obiettivo di MIFL è allocare entro i prossimi 5 anni la gestione di oltre 10 miliardi di euro, stabilendo partnerships con boutique di gestione altamente specializzate in tutto il mondo.

Mediolanum International Funds Ltd (MIFL), la piattaforma europea di asset management del Gruppo Bancario Mediolanum, annuncia la collaborazione con tre nuovi manager: Pzena Investment Management (Pzena), Mondrian Investment Partners (Mondrian) e Atlas Infrastructure (ATLAS). Grazie a queste partnership, i tre gestori avranno accesso ai canali distributivi di MIFL in Italia, Spagna e Germania. Le nuove partnerships aiuteranno a caratterizzare ulteriormente le soluzioni multi-manager di MIFL, grazie alle nuove competenze gestionali che accresceranno ulteriormente la qualità dei risultati.

L'accordo con Pzena, boutique indipendente con oltre 40 miliardi di euro in gestione e sede a New York, prevede una delega, inizialmente pari a 220 milioni, nella strategia Global Value della società. Pzena è stata fondata nel 1995 da Richard Pzena, celebre gestore value. La società è nota per il suo approccio di tipo “high conviction”, focalizzato sull’acquisto di titoli di società che sono scambiate a prezzi molto scontati. Il portafoglio Global Value non segue un benchmark ed è solitamente composto da 60 titoli in totale.

“Siamo molto contenti – dichiara Sander van Ouwerkerk, head of Europe and Director of Business Development & Client Services di Pzena - di poter collaborare con Mediolanum International Funds tramite questo accordo di sub-advisory in cui Pzena sarà uno dei manager delegati del fondo MBB Dynamic International Value Opportunity. Il value investing è sempre stato il focus di Pzena, sin dalla sua fondazione avvenuta 25 anni fa, con l’obiettivo di estrarre valore investendo in società che riteniamo essere quotate a prezzi molto inferiori rispetto al loro potenziale di lungo termine. L’evidenza mostra che ci troviamo nella fase iniziale di un periodo importante e duraturo di performance elevate per i titoli value”.

MIFL ha deciso inoltre di entrare in partnership con Mondrian, boutique di 49 miliardi con sede a Londra, con un mandato di €220 milioni nella strategia Global Equity. La strategia investe in titoli quotati nei paesi sviluppati, e adotta una metodologia value incentrata sui dividendi attesi, ossia per determinare la valutazione di un’azienda si focalizza sullo stimare i dividendi futuri, attualizzandone il valore al momento corrente. Il portafoglio è composto solitamente da 35 a 50 titoli.

“Siamo entusiasti – afferma Clive Gillmore, ceo di Mondrian Investment Partners - della partnership con Mediolanum International Funds e la loro piattaforma multi-manager. Siamo contenti di poter espandere la distribuzione di Mondrian alla vasta rete europea di Mediolanum. Crediamo che il rigoroso processo di ricerca adottato da Mondrian, fondato su oltre 30 anni di leadership salda e continuativa sui mercati, sia alla base del nostro successo. Il rendimento da dividendi e la loro crescita futura corretta per l’inflazione hanno un ruolo chiave nella ricerca di opportunità di investimento nel mondo".

Infine, MIFL collaborerà con il gestore quotato specializzato in infrastrutture ATLAS, investendo del capitale cosiddetto “seed” pari a 70 milioni nel fondo Global Infrastructure lanciato da ATLAS. Il Global Infrastructure Fund integra i fattori ESG nella valutazione degli investimenti e nel processo di costruzione del portafoglio, con una forte attenzione alla mitigazione degli impatti sul clima, per garantire che gli investitori possano ottenere rendimenti sostenibili a lungo termine dalla loro esposizione alle infrastrutture. Il fondo soddisfa i requisiti dell'articolo 8 del regolamento UE sulla finanza sostenibile.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara Charles Kirwan-Taylor, Executive Chairman di ATLAS Infrastructure - della nostra partnership con Mediolanum International Funds. Pensiamo che le infrastrutture, soprattutto quelle sostenibili, rappresentino un settore di grande interesse per gli investitori in Europa e la collaborazione con MIFL permetterà al nostro Global Infrastructure Fund di accedere a nuovi mercati.”

“Siamo molto felici – conclude Furio Pietribiasi, ceo di Mediolanum International Funds Ltd - di poter annunciare le nostre nuove partnership con Pzena, Mondrian e ATLAS. Sono gestori altamente specializzati con track record straordinari e hanno fornito ampia dimostrazione della loro resilienza generando risultati di successo anche quando le loro strategie erano state sfavorite dai mercati, grazie alla loro costante attenzione a creare valore per i clienti. Le boutique di gestione hanno sovraperformato sia i principali gestori generalisti loro diretti concorrenti che i loro relativi indici di mercato negli ultimi 20 anni, e riteniamo che la collaborazione con queste società rafforzerà ulteriormente la nostra capacità di mettere a disposizione dei nostri clienti nuove competenze che non sarebbero altrimenti accessibili nel mondo retail. Queste partnership ci aiuteranno a conseguire il nostro obiettivo di investire nei prossimi 5 anni un terzo delle masse gestite da terzi, pari ad oltre 10 miliardi di euro, stabilendo partnership con boutique di gestione, alimentando con loro nuove strategie o investendo in quelle già esistenti, con l’obiettivo di migliorare la diversificazione degli investimenti dei nostri clienti. È questo il nostro modo di offrire qualcosa di unico e distintivo, evitando quella omologazione che caratterizza da tempo il nostro settore, dove la concentrazione della distribuzione ed allocazione di investimenti è verso le strategie di punta di pochi gestori noti. Riteniamo di essere in una posizione di vantaggio per raggiungere questo obiettivo, grazie alla nostra esperienza ultraventennale nel multi-manager e nel sub-advisory e, ancor più importante, grazie al nostro team di professionisti altamente qualificati, con oltre 25 anni di esperienza nello scouting di investment manager di talento".

La notizia segue l’annuncio di marzo delle partnership con le boutique di gestione americane SGA e NZS Capital e quelle europee Cadence Investment Partners, Intermede Investment Partners e RWC Partners.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.