Morgan Stanley IM, ricavi e utile in crescita

La divisione investment banking della banca americana ha generato delle buone performance con...
14/10/2021 | Marcella Persola

La banca americana Morgan Stanley ha chiuso il terzo trimestre del 2021 con un utile netto di competenza di 3,7 miliardi in crescita del 36% circa rispetto ai 2,7 miliardi dello stesso periodo del 2020. Anche i ricavi hanno segnato una crescita passando da 11,7 miliardi del terzo trimestre del 2020 ai 14,8 miliardi del terzo trimestre del 2021 (+26%). 

 

Andando a vedere le diverse divisioni degni di nota sono le performance dell'Investment Management, che ha riportato ricavi in aumento del 38% e Asset Under Management più che raddoppiati (+113%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. 

 

Relativamente alla divisione Investment Management (MSIM), emerge un utile pre-tasse di 370 milioni contro i 315 del 2002 (+17%), mentre i ricavi sono saliti a 1,5 miliardi (+38%) rispetto ai 1,1 miliardi del terzo trimestre del 2020. Le masse in gestione, invece, sono salite a 1,5 trilioni (+113%) 

 

James P.Gorman, Presidente e CEO di Morgan Stanley, ha dichiarato: "La società ha chiuso un altro trimestre fortemente positivo, con ricavi elevati e una redditività in crescita che hanno determinato un ROTCE del 20%. La performance dell’Investment Banking è stata eccezionale e abbiamo registrato nuovi asset per un valore di 135 miliardi di dollari grazie alla divisione Wealth Management. L’integrazione di E*TRADE e Eaton Vance ha permesso una crescita di 400 miliardi di dollari in nuovi client assets nel Wealth e Investment Management, portando il totale a 6,2 trilioni di dollari”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.