FinecoBank, impennata della raccolta gestita nei primi nove mesi

La banca registra un utile netto da record: 257,2 milioni, +4,4 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’a.d. Foti: “I dati dei flussi di ottobre proseguono il trend di crescita robusta con un grande slancio del risparmio gestito”
09/11/2021 | Daniele Riosa

Utile netto da record per FinecoBank nei primi nove mesi del 2021: 257,2 milioni di euro superiore del 4,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo nonostante i maggiori contributi sistemici (-37,7 milioni rispetto a -28,9 milioni nei primi nove mesi 2020). I ricavi, si legge nel comunicato diffuso dall’istituto, ammontano a 596,9 milioni, con un +4,1% anno su anno trainati dall'Investing (+25,1%) grazie al crescente contributo di Fineco Asset Management, alla crescita dei volumi del risparmio gestito e ai maggiori margini netti sul gestito.

I total financial assets al 30 settembre 2021 si attestano a 103,6 miliardi, in crescita del 21,8% rispetto a settembre 2020. Il saldo della raccolta gestita risulta pari a 52,6 miliardi, in rialzo del 26,1% a/a, il saldo della raccolta amministrata risulta pari a 22,0 miliardi (+31,0% a/a), il saldo della raccolta diretta risulta pari a 28,9 miliardi (+9,2% a/a). In particolare, i TFA riferibili alla clientela nel segmento Private Banking, ossia con asset superiori a 500.000 euro, si attestano a 45,9 miliardi, in rialzo del 33,4% a/a.

Nei primi nove mesi del 2021 la raccolta è stata pari a 7,9 miliardi (+23,8% a/a), confermandosi solida, di grande qualità e ottenuta senza fare ricorso a politiche commerciali di breve periodo. L’asset mix si è mostrato positivamente orientato verso il risparmio gestito, pari a 5,4 miliardi (+107,5% a/a). La raccolta amministrata si è attestata a 1,6 miliardi (-43,0% a/a), mentre la raccolta diretta è stata pari a 0,9 miliardi (-7,7% a/a).

Da inizio anno la raccolta in “Guided products & services” ha raggiunto 5 miliardi, confermando l’apprezzamento da parte della clientela. L’incidenza dei Guided Products rispetto al totale AuM è salita al 75% rispetto al 73% di settembre 2020.

Al 30 settembre 2021 la rete dei consulenti finanziari è composta da 2.752 unità distribuita sul territorio con 417 negozi finanziari (Fineco Center). La raccolta nei primi nove mesi dell’anno tramite la rete di consulenti finanziari è stata pari a 7,4 miliardi.

Si segnala che al 30 settembre 2021 Fineco Asset Management gestisce masse per 21,6 miliardi: 13,9 miliardi nella componente retail (+47,2% a/a) e 7,7 miliardi in quella istituzionale (+42,8% a/a). Nei primi nove mesi del 2021 sono stati acquisiti 86.938 nuovi clienti, in crescita del 30,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il numero dei clienti totali al 30 settembre 2021 è di 1.414.788.

Inoltre Fineco Asset Management, dopo il forte interesse dimostrato dalla clientela per il FAM Target China e il ESG Target Global Coupon, lancia il FAM Global Inflation Response, una nuova soluzione di investimento pensata per fornire al cliente un’esposizione a strategie concentrate sull’inflazione. Inoltre, Fineco Asset Management amplierà la propria offerta con nuovi prodotti equity e sustainable, a conferma sempre di più della capacità di rispondere con rapidità ed efficacia alle esigenze della clientele.

Intanto la raccolta netta nel mese di ottobre è pari a 903 milioni (+22,2% anno su anno) con il gestito a quota 501 milioni (più che triplicato anno su anno). I ricavi stimati brokerage nel mese di ottobre ammontano a 16 milioni. Al 30 settembre 2021 la rete dei consulenti finanziari è composta da 2.752 unità distribuita sul territorio con 417 negozi finanziari (Fineco Center). La raccolta nei primi nove mesi dell’anno tramite la rete di consulenti finanziari è stata pari a 7,4 miliardi.
 

Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di FinecoBank, sottolinea che “chiudiamo i primi nove mesi dell’anno con risultati in forte crescita, che confermano la solidità della banca e ancora una volta la forza del modello di business ben diversificato e sostenibile. In un contesto che vede proseguire l’accelerazione della digitalizzazione in tutti gli ambiti della società, il dna tecnologico che dalla sua nascita contraddistingue Fineco pone la nostra piattaforma integrata in una situazione ideale per offrire la risposta più efficace a una clientela sempre più interessata a investire”.

“Infine - conclude Foti - i dati di raccolta di ottobre proseguono il trend di crescita robusta con un grande slancio del risparmio gestito, evidenziando la capacità dei nostri professionisti di incontrare le esigenze di pianificazione dei clienti con soluzioni evolute e innovative”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.