Ottenere il bonus con una perdita del 20%

Gli investitori sembrano al momento mostrare molto interesse per i reverse bonus, particolarmente adatti a gestire situazioni di mercato incerte.
28/03/2011 | Francesco D'Arco

Il Reverse Bonus rientra nella categoria dei Certificati a capitale condizionatamente protetto e consente agli investitori di beneficiare di mercati in ribasso o moderatamente rialzisti. Rispetto infatti ai tradizionali Bonus la logica è capovolta, in quanto le eventuali perdite del sottostante sono trasformati in guadagni e la barriera è posta al di sopra e non al di sotto del livello strike.

 

Nello specifico, nel caso in cui durante la vita del prodotto la barriera non venga raggiunta (barriera in continuo osservata sul valore di chiusura del sottostante), a scadenza l’investitore ha diritto a ricevere il 100% del valore iniziale a cui si aggiunge l’importo maggiore tra il bonus e la performance dell’indice con il segno cambiato. Se l’indice, ad esempio il DAX, alla scadenza del prodotto avrà realizzato una perdita del 20%, mentre l’importo Bonus è 114%, all’investitore verranno corrisposti 120 euro. Se al contrario il DAX realizza una perdita inferiore al 14% o rendimenti positivi (ma comunque inferiori alla barriera), l’investitore riceverà l’importo Bonus, quindi 114 euro. Nel caso venga raggiunta la barriera il prodotto rimane semplicemente legato inversamente al sottostante, di conseguenza, l’investitore a scadenza può subire delle perdite se la performance dell’indice risulterà positiva. 

 

In presenza di certificati Reverse Bonus con Cap, quest’ultimo rappresenta il tetto massimo ai profitti generabili e coincide molto spesso con il bonus. Nell’esempio fatto in precedenza il rimborso massimo conseguibile dall’investimento sarebbe quindi pari a 114 Euro.

 

Gli investitori sembrano al momento mostrare molto interesse per le caratteristiche di questo prodotto in quanto lo rendono particolarmente adatto a gestire situazioni di mercato incerte. Per tal motivo lo scorso 24 Febbario db-X Markets, la divisione di Deutsche Bank che si occupa della distribuzione di certificati d’investimento, ha lanciato sul mercato di Borsa Italiana 4 nuovi  Reverse Bonus aventi come sottostante l’indice DAX. I primi due prevedono un orizzonte temporale di un anno e mezzo (scadenza 31.08.2012), gli altri due hanno una scadenza di un solo anno (21.02.2012) e sono caratterizzati dalla presenza di un cap (117% e 110%). Il livello iniziale di riferimento del DAX è pari a 7371.20 per tutti i certificati. Le barriere (e i Bonus) sono rispettivamente 8476.88 (114%) e 8845.44 (105%) per i Reverse senza Cap e 8108.32 (117%) e 8476.88 (110%) per quelli con Cap.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.