avatar

19/04/2021

AIPB, entrano cinque nuovi soci

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • Sono Algebris, Doorway, Generali Luxembourg, Octium Group e Wire Consulting
La News

AIPB, l’Associazione Italiana Private Banking, che, dal 2004, riunisce i principali operatori nazionali e internazionali del Private Banking presenti in Italia e rappresenta oggi oltre 900 miliardi di asset, annuncia l’ingresso di cinque nuovi soci: Algebris, Doorway, Generali Luxembourg, Octium Group e Wire Consulting.

Questi nuovi importanti ingressi testimoniano in modo evidente la consapevolezza del ruolo cruciale dell’attività associativa in un’industria, come quella del Private Banking, che oggi sta vivendo importanti evoluzioni (sia dal punto di vista di nuovi operatori sia di più sofisticate esigenze dei clienti) e che può e deve ricoprire un ruolo centrale nella ripartenza del Paese. Che si tratti di società di investimento più tradizionali o delle ultime frontiere del fintech, è sempre più chiara la necessità di fare fronte comune, soprattutto in fasi storiche come questa, per costruire insieme un chiaro percorso di ricostruzione attraverso un’efficace gestione del risparmio della clientela private. Un segmento che oggi è composto da oltre 660mila famiglie italiane con patrimoni finanziari superiori al mezzo milione di euro, caratterizzate da portafogli più diversificati e con orizzonti temporali di lungo periodo. L’industria, facendo leva proprio sulle caratteristiche peculiari di questo genere di clientela, deve saper cogliere le sfide del momento e incanalare al meglio gli investimenti privati su crescita, sviluppo e rilancio dell’economia e del Paese, grazie a un’offerta di soluzioni di investimento e di servizi di consulenza adeguati e innovativi.

“Da sempre il nostro obiettivo è dare voce all’intera filiera del settore coinvolgendo un numero crescente di società che possono offrire un importante contributo alla crescita del comparto. Un risultato che si realizza mettendo a fattor comune le caratteristiche peculiari di ciascuno, creando una proficua rete di scambio per fare cultura e diffondere competenze e conoscenze che possono avere una ricaduta concreta sullo sviluppo del Paese. È in questa direzione che va considerato l’ingresso dei cinque nuovi soci cui diamo un caloroso benvenuto” – dichiara Antonella Massari, segretario generale di AIPB.

“Siamo lieti di entrare a far parte di AIPB” - commenta Massimiliano Grillo, business development director di Algebris. “Si tratta per noi di un ulteriore passo nel percorso di rafforzamento della nostra presenza sul mercato italiano del Private Banking. Riteniamo che Algebris, con la competenza gestionale ormai consolidata a livello istituzionale e le sue diversificate soluzioni di investimento, possa essere un interlocutore interessante per il mondo della consulenza, e di rimando per un segmento di investitori tanto importante in Italia.”

Antonella Grassigli, ceo e co-founder di Doorway: "Siamo felici di poter far parte di un prestigioso network che unisce le migliori realtà del Private Banking in Italia. In questo modo è possibile far fronte comune nell’offrire ai Private Banker opportunità interessanti per arricchire e diversificare i portafogli su start up e PMI non quotate, oltre a servizi dedicati pensati per agevolarli nel monitoraggio e nella gestione degli investimenti per i diversi clienti. Doorway nasce per favorire, grazie al suo modello di business, l'investimento di capitali privati in economia reale. Recentemente siamo diventati società Benefit, prima startup Fintech “purpose driven” in Italia, a conferma della nostra mission di contribuire alla creazione di valore per gli investitori e per le aziende investite, convogliando capitali verso lo sviluppo di imprese innovative in grado di generare un cambiamento positivo sulla società e verso un sistema economico finanziario più resiliente e capace di creare benessere nel lungo termine”.

“Siamo onorati di far parte di AIPB e di poter beneficiare della collaborazione e dell’esperienza dei più prestigiosi attori del Wealth Management italiano” - afferma Massimo Contini, chief distribution officer di Generali Luxembourg. “Siamo una compagnia giovane, fortemente orientata all’eccellenza nel servizio ai partner e condividiamo il DNA e la mission del gruppo, che sono quelli di promuovere l’attività nel pieno rispetto dei principi di sostenibilità e di trasparenza. Il nostro obiettivo è costruire con i nostri partner e i nostri clienti relazioni durevoli basate sulla fiducia reciproca. Allo stesso modo, vogliamo dare il nostro contributo all’interno dell’Associazione, portando gli stessi valori in modo discreto e professionale, attraverso colleghi desiderosi di confrontarsi e rendersi utili”.

Francesco Camerlingo e Fabrizio Palumbo, rispettivamente group head of sales & business development e country manager Italy di Octium, sono unanimi nel dichiarare: “Siamo entusiasti dell’opportunità di far parte di AIPB, che consideriamo tra le sedi ideali per analizzare e condividere con i diversi operatori del settore finanziario le tematiche di più rilevante attualità, cercando di individuarne al contempo punti critici e possibili soluzioni”.

Angelo Cinel, presidente del gruppo WIRE e amministratore delegato di WIRE consulting Italia: “Dopo diversi anni di intensa attività nel mondo Private Banking siamo orgogliosi e onorati di poter presenziare all’interno di AIPB. Il nostro approccio consulenziale e cliente-centrico in ambito Real Estate ha da subito sposato le necessità dei Private Banker e dei loro clienti. Il nostro DNA internazionale e la dedizione al cliente che ci contraddistingue ci hanno permesso ad oggi di offrire servizi immobiliari altamente specializzati in oltre 120 località nel mondo, con la mission di allargare l’offerta a oltre 300 località nei prossimi 5 anni. Ci auguriamo che il nostro ingresso come nuovo associato di AIPB sia di supporto alle Private Bank che desiderano strutturare i propri servizi in ambito Wealth Management”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: