Bufi (Anasf): "Conviene puntare sui consulenti finanziari (ex-promotori finanziari)"

Consulentia 2015 si è chiusa con 1.800 visitatori unici e con una grande conferma: investire sui pf è un affare sia per le società sia per i clienti.
11/02/2015 | Redazione Advisor

“Il settore della distribuzione e della consulenza finanziaria fa buoni utili, i consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) offrono un servizio qualificato ai risparmiatori e intrattengono relazioni di lungo periodo con la clientela”. Sono questi i messaggi cruciali emersi da ConsulenTia 2015 secondo Maurizio Bufi, presidente di Anasf che ha aggiunto: “Puntare sulla professione significa anche impegnarsi a promuovere quel ricambio generazionale non più procrastinabile, obiettivo strategico per la nostra categoria, nonché a prendere atto, anche formalmente attraverso il cambio di denominazione, dell'evoluzione della figura professionale verso l'approccio consulenziale focalizzato sulle esigenze dei nostri clienti. Siamo consulenti, chiamiamoci per nome”.

 

Sul fronte numerico la tre giorni di Roma si è chiusa con 3000 accessi nelle tre giornate e 1800 visitatori unici e con la promessa di tornare l'anno prossimo con al centro ancora una volta i temi caldi della professione.

 

Non solo. Da Consulentia 2015 l'Anasf ha mandato anche un messaggio chiaro al mondo politico al quale Bufi ha chiesto una maggiore attenzione per tutte le iniziative che creano business, in una cornice di sostenibilità finanziaria e di tutela del risparmio. Tra queste attività, c'è anche la professione di consulente finanziario (ex-promotore finanziario), che merita di essere valorizzata da parte del legislatore, soprattutto riguardo alle richieste veicolate attraverso le associazioni di rappresentanza.

 

ConsulenTia2015 è stata anche l’occasione per premiare i due vincitori della prima edizione della Borsa di studio Anasf/J.P. Morgan Asset Management: si tratta di Maria Galeazzi e Alessandro Sorvillo, due giovani neo consulenti (ex-promotori) che potranno partecipare al corso “Strategic investment management. Reducing risk and enhancing portfolio returns”, della durata di cinque giorni, presso la London Business School e del valore ognuna di 6.700 sterline.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.