Anasf affida gli incarichi ai membri del Comitato Esecutivo

E scende in campo in difesa dei risparmiatori colpiti dallo scandalo del salvataggio delle quattro banche di territorio.
16/12/2015 | Redazione Advisor

Si alza il velo sulle responsabilità dei membri del Comitato Esecutivo dell'Anasf. Riunitosi a Milano nella giornata del 15 dicembre, il Comitato Esecutivo ha affidato a Maurizio Bufi la responsabilità dell'area Evoluzione della professione ed Estero, mentre ai vicepresidenti Marco Deroma e Gian Franco Giannini Guazzugli sono stati affidati rispettivamente "decentramento e sviluppo associativo" e l'area relativa alle "tutele e ricambio generazionale, con particolare incidenza sull'area fiscale".

 

Agli altri membri del Comitato Esecutivo è stata affidata l'area Formazione e Rapporti con le Università (Fabrizio Alessandrini), i Rapporti con il Consiglio Nazionale e le partecipate (Mario Castelli), l'Educazione finanziaria e i Rapporti con i risparmiatori (Alma Foti), l'area Marketing ed Eventi (Felice Graziani), l'area Tutele e ricambio generazionale, con particolare incidenza sull’area contrattuale e sul ricambio generazionale (Ferruccio Riva).

 

Ma la riunione del Comitato Esecutivo dell'Anasf è stata anche occasione per affrontare la delicata vicenda del salvataggio delle quattro banche di territorio, che ha coinvolto migliaia di risparmiatori. “La reale tutela del risparmio richiede senso di responsabilità da parte di tutti gli operatori, anche di quelli come i consulenti (ex-promotori) e consulenti finanziari estranei a questa ennesima vicenda di risparmio tradito. Proprio per questo, Anasf in rappresentanza del mondo della consulenza finanziaria mette a disposizione la competenza e l’esperienza dei propri associati ai risparmiatori coinvolti nello scandalo”, ha dichiarato il presidente Maurizio Bufi.

 

“Già a partire dal 2005, la nostra Associazione attraverso la Carta dei Diritti dei Risparmiatori ha sviluppato quelle iniziative per un mercato ben regolato, per la correttezza e professionalità degli operatori, per la consapevolezza delle decisioni di investimento e per l’assistenza nel tempo. Nei prossimi mesi Anasf attiverà altre iniziative di ampio respiro per promuovere le buone pratiche di una adeguata attività di consulenza alla clientela e per la diffusione dell’educazione finanziaria presso il pubblico dei risparmiatori, valorizzando la figura e il ruolo della consulenza finanziaria in Italia”, ha concluso Bufi.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.