Assoreti, il comparto assicurativo traina il gestito

A settembre frena dell'11,5% rispetto ad agosto la raccolta netta, ma in crescita rispetto al 2013. L'investimento in unit linked ammonta a 693 milioni di euro, mentre crescono del 65,9% i premi in polizze vita tradizionali
29/10/2014 | Redazione Advisor
Raccolta positiva, ma in frenata. A settembre, il dato rilevato da Assoreti indica una raccolta netta positiva per le reti di consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) pari a 1,6 miliardi di euro. Pur in contrazione rispetto al mese precedente (-11,5%), il risultato è in crescita rispetto a quanto osservato a settembre 2013 (258 milioni).
 
Gli investimenti netti sui prodotti del risparmio gestito ammontano a poco di 1,3 miliardi, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti amministrati è positivo per 349 milioni. Il maggiore apporto al risparmio gestito arriva dal comparto assicurativo: i volumi complessivi di raccolta sono di poco superiori a 1 miliardo, con un aumento del 9,2% rispetto al mese precedente. In particolare, l’investimento in unit linked ammonta a
693 milioni (-12,1% su agosto), mentre i premi netti in polizze vita tradizionali sono pari a 367 milioni (+65,9%). In crescita anche il saldo delle movimentazioni sulle gestioni patrimoniali individuali, positivo per 181 milioni. Viceversa, il mese vede la battuta d’arresto nella distribuzione diretta di quote di OICR, con una raccolta positiva per soli 1,2 milioni: gli investimenti coinvolgono i fondi di fondi esteri (193 milioni) e gli OICR tradizionali di diritto italiano (64 milioni) mentre il bilancio delle altre gestioni collettive estere è negativo per 238 milioni. Nel complesso, comunque, il contributo mensile delle reti al sistema di OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato su un ammontare positivo pari a 852 milioni, rappresentando il 14% della raccolta netta dell’intero sistema fondi (6,1 miliardi); da inizio anno l’apporto delle reti sale a 13,9 miliardi, equivalente al 20,6% dei volumi di raccolta realizzati complessivamente sulle gestioni collettive (67,7 miliardi).
 
Nel mese l’investimento in titoli è negativo per 328 milioni: i disinvestimenti coinvolgono i titoli di debito (-436 milioni) e quelli azionari (-25 milioni ) mentre sugli strumenti del mercato monetario prevalgono le operazioni di acquisto (198 milioni di euro).
 
Il saldo della liquidità è positivo per 677 milioni. Il volume complessivo dell’operatività delle reti si è ripartito tra una raccolta lorda di 6,5 miliardi per il risparmio gestito, un intermediato di 7,5 miliardi per le transazioni in titoli e di 182 milioni per gli altri prodotti e servizi.
 
Il numero di consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) con mandato dalle società rientranti nell’indagine sale a 21.816 unità, con una rappresentatività del 92,6% sull’intera compagine associativa (23.566 – dato stimato); continua a crescere il numero dei clienti primi intestatari.
 
 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.