Reti, è Banca Mediolanum la regina del 2014

La raccolta dell'istituto di Basiglio è pari a 4,14 miliardi di euro. Banca Generali prima nella classifica del gestito, male Monte dei Paschi di Siena
29/01/2015 | Redazione Advisor

E' Banca Mediolanum la rete che raccoglie di più nel 2014, con una raccolta netta di 4,14 miliardi di euro totali, grazie soprattutto a una grande performance del gestito (4,15 miliardi). Al secondo posto si piazza Banca Generali, che raccoglie poco più di 4 miliardi. Tuttavia, se si prende in considerazione solo il gestito, il Leone sarebbe in testa alla classifica con 4,19 miliardi di euro. Chiude il podio Azimut Consulenza SIM, con 3,19 miliardi.

Al quarto posto Finecobank con 3,6 miliardi, seguita da Allianz Bank, con 3 miliardi. Banca Fideuram raccoglie 2,14 miliardi, mentre Finanza&Futuro 1,9 miliardi. La nota negativa arriva da Monte dei Paschi di Siena, che nel 2014 vede prevalere deflussi pari a 687,3 milioni di euro, di cui 446,1 milioni dal gestito.

“Non è un caso che anche quest’anno, per la sesta volta consecutiva, Banca Mediolanum sia al vertice della classifica di ASSORETI” commenta Massimo Doris,  a.d. di Banca Mediolanum.  “Il risultato di oggi di cui sono ovviamente orgoglioso - aggiunge Doris - è il frutto di una strategia attenta che la Banca ha messo in atto per affrontare un mercato in continua evoluzione, ponendo il cliente sempre al centro. La forza di Banca Mediolanum si fonda sostanzialmente su quattro principali pilastri: la solidità aziendale, testimoniata da un Common Equity Tier 1 nettamente al di sopra della media di mercato; la disponibilità di prodotti competitivi; l'uso dell'innovazione e della tecnologia per una relazione sempre più immediata e semplificata e infine, ma non per importanza, la competenza dei family banker, capaci di comprendere le reali esigenze dei clienti fornendo una consulenza ad alto valore aggiunto per tutti gli aspetti degli investimenti”.

 

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.