Reti, primo semestre in crescita per i financial advisor

La raccolta netta complessiva segna un +26,5% nel semestre, pari a 21,6 miliardi. Tra i gruppi, come raccolta top mensile, si distinguono gruppo Fideuram, Banca Generali e Finecobank
28/07/2017 | Marcella Persola

Nel mese di giugno la raccolta netta delle reti è stata pari a 5,11 miliardi contro i 3,70 miliardi di maggio. Secondo quanto riportato da Assoreti (nella foto il segretario generale Marco Tofanelli) il risparmio gestito ha registrato flussi in entrata pari a 3,12 miliardi contro i 3,67 miliardi di maggio. Il risparmio amministrato invece ha generato una raccolta di 1,99 miliardi contro i 23 milioni di maggio. Entrando nel dettaglio emerge che i fondi comuni hanno generato un flusso di 1,69 miliardi, mentre i prodotti assicurativi e previdenziali hanno registrato 1,03 miliardi di raccolta.

Il bilancio dei primi sei mesi evidenzia una raccolta netta complessiva pari a 21,6 miliardi di euro, in crescita del 26,5% rispetto al primo semestre del 2016: l’87,3% delle risorse nette raccolte è investita in OICR, gestioni individuali e prodotti assicurativi/previdenziali (36,5% nel 2016), per un controvalore complessivo di 18,9 miliardi di euro

Così come evidenzia la nota stampa il contributo mensile delle reti al sistema di OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, pertanto, su un ammontare superiore ai 3,0 miliardi di euro, pari al 38,4% delle risorse nette totali confluite nel sistema fondi (7,9 miliardi di euro). Da inizio anno l’apporto delle reti sale, così, a 17,1 miliardi di euro, rappresentando il 39,2% degli investimenti netti complessivi realizzati sulle gestioni collettive aperte (43,5 miliardi di euro).

 

A livello di società si distinguono Gruppo Fideuram con 3,07 miliardi, segue Banca Generali con 619,54 milioni e Finecobank con 427,37 milioni.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.