Fondi comuni, in Europa è in atto la grande rotazione?

I dati pubblicati da Efama evidenziano un'uscita di flussi dal segmento obbligazionario e una crescita dei flussi dell'equity.
28/11/2013 | Marcella Persola

Sale a 34 miliardi la raccolta netta dei fondi Ucits. Questa è la fotografia che emerge dall'ultimo report pubblicato da Efama e relativo al terzo trimestre del 2013. Il dato segna un incremento più che doppio rispetto al trimestre precedente quando la raccolta si era fermata a 12 miliardi. Nessun paragone invece con il primo trimestre del 2013 che resta a livello di raccolta il periodo migliore dell'anno con 132 miliardi di flussi.

A livello di comparti quello obbligazionario perde terreno registrando un deflusso di 12 miliardi. E' la prima volta che il dato va in negativo da due anni. Altro dato in negativo è quello relativo ai money fund che nel trimestre considerato registrano una raccolta di -9 miliardi. In questo caso, però, ai differenza di quanto è accaduto con gli obbligazionari, anche nei trimestri precedenti il dato era con il segno meno (- 53 miliardi nel secondo trimestre e  -2 miliardi nel primo). Gli altri comparti invece chiudono il trimestre in terreno positivo con i bilanciati a 20 miliardi e gli azionari a 30 miliardi. Nel caso dei fondi equity è un segnale di fiducia verso questo comparto che nel trimestre precedente era in terreno negativo con deflussi pari a 9 miliardi. Che sia iniziata la tanto attesa  rotazione?

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.