Risparmio gestito, gli asset globali toccano livelli record

Grazie a flussi eccezionali nel primo trimestre del 2021, il patrimonio dei fondi aperti si avvicina a 60.000 miliardi di euro. I dati di Efama
17/06/2021 | Paola Sacerdote

Grazie a flussi di raccolta particolarmente robusti, gli asset dei fondi d’investimento a livello globale hanno raggiunto alla fine del primo trimestre 2021 livelli record, avvicinandosi alla quota psicologica di 60.000 miliardi di euro. E’ quanto rilevano le statistiche trimestrali di Efama, che tracciano e analizzano i trend dell’industria dei fondi aperti regolamentati a livello mondiale.

 

Scendendo nel dettaglio dei principali sviluppi osservati nel trimestre, il patrimonio netto dei fondi di investimento mondiali è aumentato del 7,3%, attestandosi a 59.200 miliardi di euro. Complessivamente, i flussi netti in tutte le tipologie di fondi sono stati pari a 1.026 miliardi di euro, in forte aumento rispetto ai 660 miliardi del quarto trimestre 2020. I mercati più grandi, Stati Uniti ed Europa, hanno registrato ciascuno una crescita del patrimonio netto del 4,5%.

 

Per quanto riguarda i fondi a lungo termine, a livello mondiale hanno registrato afflussi netti di 807 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 584 miliardi di euro del quarto trimestre 2020. Gli Stati Uniti hanno registrato la raccolta più elevate del trimestre (445 miliardi di euro), seguiti dalla regione Asia-Pacifico (304 miliardi di euro) e dall'Europa (198 miliardi di euro).

 

A livello di singole asset class, i fondi azionari hanno attratto i flussi più consistenti (293 miliardi di euro), grazie alla robusta performance in Europa (133 miliardi di euro) e alla ripresa negli Stati Uniti (96 miliardi di euro).

La raccolta dei fondi obbligazionari è rimasta robusta (265 miliardi di euro), grazie principalmente agli elevati afflussi netti negli Stati Uniti (199 miliardi di euro).

Quanto infine ai fondi multi-asset, hanno registrato robusti afflussi netti (189 miliardi di euro), in aumento rispetto ai 122 miliardi nel quarto trimestre del 2020. La Cina ha realizzato vendite nette per 89 miliardi di euro, seguita dall'Europa con 38 miliardi e dal Canada con 32 miliardi.

 

Molto positivo anche il bilancio dei fondi monetari, che nel primo trimestre 2021 hanno registrato afflussi netti pari a 218 miliardi di euro, rispetto ai 75 miliardi nel quarto trimestre del 2020. L’andamento è stato asimmetrico a livello geografico: l’Europa ha registrato deflussi per 80 miliardi di euro, contro 44 miliardi di euro di afflussi netti nel quarto trimestre del 2020, mentre gli Stati Uniti hanno visto vendite nette positive (136 miliardi di euro), rispetto a deflussi netti di 59 miliardi di euro nel quarto trimestre del 2020. Al primo posto per raccolta complessiva nel trimestre troviamo la Cina, con 144 miliardi di euro.

 

" La raccolta netta dei fondi di investimento mondiali ha raggiunto i 1.000 miliardi di euro per la prima volta in un trimestre, grazie alla maggiore fiducia degli investitori nel successo della campagna di vaccinazione contro il Covid-19 e grazie alla ripresa economica globale” ha commentato Bernard Delbecque, senior director for economics and research  di Efama. “Gli afflussi netti nei fondi a lungo termine sono stati addirittura più elevati rispetto all’ultimo trimestre 2020, principalmente grazie alla raccolta robusta di fondi azionari in Europa e di fondi obbligazionari negli Stati Uniti."

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.