Fondi, i bond guidano la raccolta a livello globale

Nel terzo trimestre 2021 i flussi si sono mantenuti robusti in tutte le regioni, con il comparto obbligazionario in testa alle preferenze degli investitori. Le statistiche trimestrali di EFAMA
16/12/2021 | Paola Sacerdote

Nonostante la maggiore volatilità del mercato azionario, nel terzo trimestre 2021 è proseguita robusta la raccolta dei fondi di lungo termine a livello globale, guidata in particolare dal comparto del reddito fisso, nel quale si sono riversati i maggiori afflussi netti. Sono i dati rilevati da EFAMA nell’ultimo report trimestrale che traccia e analizza le tendenze delle attività e dei flussi dei fondi aperti regolamentati in tutto il mondo per il terzo trimestre del 2021.

 

Entrando nel dettaglio delle principali evidenze del trimestre, in euro il patrimonio netto dei fondi di investimento a livello globale è aumentato del 2%. Misurato invece in dollari Usa, il patrimonio è diminuito dello 0,6% a causa dell'apprezzamento della valuta statunitense. La crescita del patrimonio netto mondiale dei fondi è stata contenuta sulla scorta dell’andamento relativamente piatto dei mercati azionari globali nel corso del trimestre.

 

I fondi a lungo termine a livello mondiale hanno registrato afflussi netti di 677 miliardi di euro, in aumento rispetto a 673 miliardi di euro nel secondo trimestre del 2021. In termini geografici la raccolta netta ha raggiunto 208 miliardi di euro negli Stati Uniti, 206 miliardi in Europa e 160 miliardi di euro nella regione Asia-Pacifico.

 

A livello di singole asset class, i fondi obbligazionari hanno registrato i maggiori afflussi netti (287 miliardi di euro), guidati dalla forte domanda negli Stati Uniti (130 miliardi di euro), seguiti da Europa (67 miliardi di euro) e Cina (53 miliardi di euro). La raccolta netta dei fondi azionari si è mantenuta solida (195 miliardi di euro), con Stati Uniti (72 miliardi di euro), Europa (57 miliardi di euro) e Giappone (26 miliardi di euro) che hanno registrato le vendite nette più elevate.

I fondi multi asset hanno registrato 163 miliardi di euro di afflussi netti, in aumento rispetto ai 119 miliardi di euro nel secondo trimestre del 2021. L'Europa ha rappresentato la maggior parte delle vendite nette globali (75 miliardi di euro), seguita da Cina (32 miliardi di euro) e Canada (20 miliardi di euro).

 

Il bilancio del terzo trimestre è decisamente meno proficuo per i fondi monetari, che a livello globale hanno registrato afflussi netti in netto rallentamento, a 18 miliardi di euro, rispetto ai 66 miliardi nel secondo trimestre del 2021. L'Europa ha nuovamente registrato deflussi netti pari a 10 miliardi di euro, dopo aver chiuso in rosso per 14 miliardi di euro anche il secondo trimestre del 2021. Negli Stati Uniti i flussi nei fondi monetari sono stati deboli (7 miliardi di euro), rispetto a 32 miliardi di euro nel secondo trimestre del 2021, e anche in Cina, tradizionalmente un mercato forte per questa tipologia di fondi, gli afflussi netti sono stati relativamente modesti (12 miliardi di euro).

 

"Le vendite nette mondiali di fondi di investimento azionari, obbligazionari e multi asset si sono mantenute robuste nel terzo trimestre del 2021, in un contesto di sostenuta fiducia degli investitori nonostante la maggiore volatilità dei mercati azionari" ha commentato Bernard Delbecque, senior director for economics and research di EFAMA.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.