Risparmio gestito, raccolta record a livello globale

Nell’ultimo trimestre 2021 gli afflussi hanno superato la soglia di un trilione di euro, grazie alla domanda robusta sia di fondi a lungo termine che di fondi monetari. Il report trimestrale di EFAMA
22/03/2022 | Paola Sacerdote

Nel quarto trimestre 2021 la raccolta netta dei fondi di investimento a livello globale ha superato la soglia di un trilione di euro, grazie ai forti afflussi nei fondi di lungo termine e grazie al rimbalzo della domanda di fondi monetari. E’ in sintesi quanto emerge dal consueto report statistico trimestrale redatto da EFAMA, che scatta una fotografia degli sviluppi dell’industria globale dei fondi.

 

Entrando nel dettaglio delle principali evidenze del trimestre, il patrimonio netto dei fondi di investimento mondiali è aumentato del 6,4% in euro e del 3,9% in dollari, raggiungendo la quota di 76,3 trilioni di dollari. I maggiori mercati, Stati Uniti ed Europa, hanno registrato una crescita rispettivamente del 5% (in termini di dollari) e del 4,9% (in termini di euro). Il patrimonio netto mondiale dei fondi è cresciuto rapidamente nel corso del trimestre, spinto al rialzo dal buon andamento dei mercati finanziari.

 

Per quanto riguarda gli afflussi, sono aumentati sia nei fondi a lungo termine che nei monetari.  I fondi globali a lungo termine hanno registrato afflussi netti per 753 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 683 miliardi del terzo trimestre 2021. Gli Stati Uniti hanno registrato le vendite nette più elevate del trimestre (256 miliardi di euro), seguiti dalla regione Asia-Pacifico (184 miliardi di euro) ed Europa (169 miliardi).

 

In termini di singole asset class, i fondi azionari hanno attirato le vendite nette maggiori (271 miliardi di euro), principalmente a causa dei forti afflussi netti negli Stati Uniti (147 miliardi di euro). La raccolta netta dei fondi obbligazionari è rimasta solida (206 miliardi di euro), nonostante l’Europa abbia registrato deflussi netti (15 miliardi). Ciò è dovuto all'elevata domanda in Cina e negli Stati Uniti (con afflussi rispettivamente per 96 e 92 miliardi di euro). Anche i fondi multi-asset hanno registrato robusti afflussi netti (168 miliardi di euro), stabili rispetto ai 166 miliardi di euro nel terzo trimestre del 2021, con un importante contributo dell'Europa che ha rappresentato, 71 miliardi di euro della raccolta complessiva seguita dal Canada (41 miliardi). Le vendite nette di fondi a lungo termine sono aumentate nella maggior parte delle regioni, poiché gli investitori hanno chiuso l'anno su una nota positiva.

 

Quanto ai fondi monetari, sono tornati a crescere in maniera robusta in tutto il mondo, registrando afflussi netti complessivi per 270 miliardi di euro, rispetto a 19 miliardi di euro nel terzo trimestre del 2021. La raccolta netta ha invertito la rotta in Europa, determinando afflussi netti di 92 miliardi di euro nel quarto trimestre del 2021, rispetto ai deflussi netti di 10 miliardi nel terzo trimestre del 2021. Negli Stati Uniti, i fondi monetari hanno registrato un fatturato netto di 187 miliardi di euro, rispetto a 8 miliardi di EUR nel terzo trimestre del 2021, mentre al contrario in Cina, tradizionalmente un mercato forte per questa asset class, i flussi netti sono diventati negativi (-0,5 miliardi di euro).

 

 “Le vendite nette di fondi di investimento mondiali hanno nuovamente superato la soglia di un trilione di euro nel quarto trimestre del 2021, grazie alle solide vendite nette di fondi a lungo termine e al rimbalzo della domanda di fondi monetari” ha commentato Thomas Tilley, senior economist di EFAMA. “L'aumento della domanda di fondi monetari può essere interpretato come un aumento dell'avversione al rischio tra gli investitori alla fine dello scorso anno".

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.