Efpa Italia avvia la seconda indagine sulla figura del CF

I risultati finali saranno presentati nel corso del Meeting 2019 di EFPA Italia a Torino il prossimo 6 e 7 giugno
26/02/2019 | Massimo Morici

Efpa Italia ha avviato la seconda rilevazione sulla figura del professionista europeo della consulenza e della pianificazione finanziaria e sulle caratteristiche distintive della sua attività. La ricerca, che si ripete a due anni dalla sua prima edizione, vedrà per questo secondo appuntamento un forte coinvolgimento di tutta la struttura di Efpa Europe, a partire dal suo organo tecnico-scientifico (lo Standard and Qualification Committe), e si avvarrà di una stretta collaborazione di altri partner europei quali il FECIF (Fédération des Conseillers et Intemediaires Financiers), sotto la regia tecnica di Finer e del suo fondatore, Nicola Ronchetti.

I paesi coinvolti nella rilevazione saranno ben 17 (contro i 9 della precedente edizione): verrà distribuito un questionario online, articolato in diverse sezioni, volte a mettere in rilievo sia la percezione che i professionisti hanno del giudizio che i clienti esprimono sul ruolo giocato dal consulente nei confronti dei loro diversi centri d’interesse economico-finanziario-patrimoniale, sia la percezione che gli stessi consulenti hanno maturato nei confronti della loro stessa attività.

Particolare attenzione verrà attribuita al segmento dei clienti “millennials” e al fenomeno della robo-advisory. Da ultimo, verrà indagata la sensibilità dei professionisti verso il tema della certificazione delle competenze, con particolare attenzione alle certificazioni di EFPA. L’indagine sarà al centro dei lavori del Think Tank, il laboratorio che Efpa Europe organizza ogni anno tra alcuni certificati in rappresentanza di tutte le relative affiliate, mentre i risultati finali saranno presentati nel corso del Meeting 2019 di EFPA Italia, in programma a Torino il prossimo 6 e 7 giugno.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.