Efpa Italia, l'edizione di ottobre sarà solo online

L’appuntamento annuale della fondazione si terrà il 5 e il 6 maggio del 2022 presso il Palazzo dei Congressi di Firenze
09/06/2021 | Redazione Advisor

Il CdA di Efpa Italia si è espresso oggi a favore del rinvio dell’evento annuale della Fondazione. Al suo posto, un evento digitale Il Consiglio di Amministrazione di Efpa Italia, nel corso della riunione tenutasi oggi, mercoledì 9 giugno, ha deliberato a favore del rinvio definitivo dell’Efpa Italia Meeting al 2022.

L’appuntamento annuale della Fondazione si terrà giovedì 5 e venerdì 6 maggio prossimi, presso il Palazzo dei Congressi di Firenze. La decisione è maturata in seguito a importanti considerazioni relative alla sicurezza e tutela dei partecipanti, così come alla volontà di garantire un elevato standard qualitativo nell’esperienza e nei contenuti. Il rinvio riguarda prettamente l’evento in presenza. A sostituzione dell’Efpa Italia Meeting 2021, la Fondazione organizzerà un evento in digitale che avrà luogo giovedì 28 e venerdì 29 ottobre.

Il presidente di Efpa Italia, Marco Deroma, dichiara: “Oggi assistiamo ad una situazione socio-sanitaria in miglioramento, ma non possiamo ancora avere certezza su quali risvolti o direttive potrebbero entrare in vigore nel corso dell’anno. Efpa Italia ha dunque preferito rimandare l’evento in presenza, adoperandosi per l’allestimento di un momento di approfondimento, dialogo e confronto da remoto”.

“Ci rincresce molto dover posticipare ulteriormente il ritorno all’aggregazione”, prosegue il Presidente Deroma, “ma riteniamo che il rinvio sia nel diretto interesse di tutti i partecipanti, dai professionisti del risparmio ai nostri sponsor”.

Efpa Italia non esclude vi sia, nel corso dell’anno, la possibilità di organizzare un momento di incontro di dimensioni più ridotte, nelle città di Roma o Milano. “E’ naturale vi sia la volontà di tornare ad eventi in presenza, con tutti i momenti di incontro e confronto che essi creano”, conclude Deroma. “Valuteremo l’evolvere della situazione, ponendo come sempre al primo posto l’interesse dei professionisti”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.