Consulenti (ex-promotori): ecco tutte le nuove reclute delle banche

Advisoronline.it svela i numeri e i nomi dei dipendenti bancari di Unicredit, Intesa Sanpaolo e Poste italiane che quest'anno hanno indossato la casacca da pf
16/12/2013 | Massimo Morici
Raddoppiano in tre anni i bancari che sono pronti ad indossare la casacca da consulente (ex-promotore). Le domande di iscrizione alle tre prove valutative presentate da dipendenti di origine bancaria hanno raggiunto nel 2013 il record di 1.254 su un totale di oltre 4.000, il doppio rispetto ai 647 del 2011 saliti a 882 l’anno successivo.

E dei nuovi iscritti, i nuovi mandati riferibili a consulenti (ex-promotori) dipendenti di banca sono passati dal 36% nel 2012 229) al 64% (895) nel 2013. Sale anche il numero delle donne: il 79% dei nuovi mandati attribuiti a donne (423 su 534) è di matrice bancaria. Considerando le mandanti, stando ai dati di PF Watch di Advisorprofessional.it (aggiornati a novembre sugli iscritti con una seniority inferiore a 5 anni, che non avevano un intermediario prima del 2013 e che, quindi, possono considerarsi in gran parte neo-iscritti) la maggior parte proviene da Intesa Sanpaolo da Unicredit e una trentina da Poste Italiane, le tre realtà che quest'anno hanno puntato più delle altre sullo sviluppo dell'offerta fuori sede da affiancare alle filiali.
 
"Non è possibile affermare con certezza quanti operatori bancari siano stati avviati a sostenere la prova di idoneità alla professione di consulente (ex-promotore), ma si può ritenere che rimangano limitati a circa un quarto del numero complessivo - spiega l’Apf -. Gli istituti di credito, del resto, quest’anno hanno peraltro svolto un’importante attività di formazione a favore dei dipendenti avviati al sostenimento dell’esame con percentuali di successo superiori alla media".

Vuoi scoprire chi è entrato o uscito di recente dalla tua rete? Consulta il tool PF Watch su Advisorprofessional.it
 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.