Widiba porta il "motore di ricerca" in banca

La banca non teme i competitor del fintech e gioca d'anticipo rivoluzionando il mondo delle home banking trovando ispirazione dal business di Google.
19/04/2016 | Francesco D'Arco

Widiba non teme i competitor del fintech e gioca d'anticipo rivoluzionando il mondo delle home banking trovando ispirazione dal business di Google. "La multimedialità sta cambiando lo scenario del mondo delle banche, ma non bisogna cadere nella tentazione di inseguire l'innovazione fine a se stessa. Oggi dobbiamo cancellare le distanze tra il cliente che è in cerca di una soluzione 'democratica' nell'utilizzo della banca" ha spiegato Andrea Cardamone, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Widiba. "Arriviamo sul mercato con una dose di novità molto forte, con un salto paragonabile a quello che c'è stato con il passaggio dal cellulare a tasti a quello touch", ha affermato Cardamone nel presentare alla stampa il primo "motore di ricerca" bancario.

 

"Un motore del fare" lo ha definito Matteo Piuri, responsabile UX, IT e Innovazione digitale della banca che da oggi presenta ai propri clienti un home banking che ricorda la prima pagina di "Google", ovvero una grande immagine di sfondo (scelta dal cliente) con al centro una stringa che chiede al cliente "Cosa vuoi fare?". Basta rispondere alla domanda scrivendo nella stringa per cercare informazioni o eseguire disposizioni. Dietro la barra di ricerca è stato, infatti, sviluppato un motore completo che indicizza tutte le operazioni fatte dal cliente, dai bonifici alle ricariche cellulari e alle linee vincolate: 1.100 funzioni per oltre 15 milioni di dati che Widiba (che oggi conta circa 150mila clienti e quasi 7 miliardi di masse gestite) è in grado di ricercare real time per offrire istantaneamente la risposta giusta al cliente. "È una novità che segna la storia di Widiba, un unicum Italia e non solo. Un unicum già apprezzato anche dalla capogruppo" ha sottolineato il presidente di Widiba, nonché Ceo di Mps, Fabrizio Viola

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.