Robotica e sicurezza, due temi da cavalcare nel lungo periodo

Credit Suisse Asset Management ha presentato a Milano due fondi tematici
14/06/2017 | Massimo Morici

“Non vedo limiti alle capacità delle macchine. Immagino un’epoca in cui saremo per i robot ciò che i cani sono per gli uomini”. Così si immaginava un futuro alla Matrix il matematico Claude Elwood Shannon, padre della tecnologia dell’informazione. Senza esagerare negli scenari apocalittici, il tema della robotica è ormai sotto gli occhi di tutti, anche perché i robot sono ovunque e offrono vantaggi economici e prestazioni. Dall'IA per la diagnostica ai sistemi di sicurezza 4.0 fino all’asset allocation dei robo advisor, passando per il pilota automatico di Tesla e i robot di Amazon che preparano gli scatoloni: sono solo alcuni esempi che ci fanno capire perché la robotica sia un tema da cavalcare sul lungo periodo.

Motivo? “L’incremento del costo del lavoro sia nei mercati emergenti sia in quelli sviluppati e la carenza di manodopera qualificata, che fa pretendere verso lavori d’ufficio o creativi, sono alcune delle tendenze inarrestabili sul lungo periodo che indicano il forte sviluppo di questo settore. Ma non c'è solo l'impatto sul mondo del lavoro. Basti pensare alla globalizzazione: l’aumento delle pressioni verso prezzi competitivi è spinto oggi anche dall’e-commerce, che abbatte le barriere di mercato, e dai robot, che sono in grado di lavorare 24 ore su 24 tutti i giorni con necessità minime di luce e riscaldamento. La produzione robotizzata, del resto, aumenta la qualità, mentre i sistemi robotizzati effettuano controlli molto più rigorosi e aiutano a gestire i rischi in molti settori” spiega Filippo Rima (nella foto), capo globale dell’Equity di Credit Suisse Asset Management, che ha presentato nei giorni scorsi alla stampa di settore il fondo Credit Suisse (Lux) Global Robotics Equity Fund, gestito da Patrick Klob e Angus Muirhead con un patrimonio in gestione di 398 milioni di dollari.

Lanciato nel giugno del 2016, il fondo a gestione attiva considera tre sottotemi per individuare al meglio le opportunità di investimento: il 40% dei titoli appartengono al tema dell’incremento della produttività (automazione industriale, logistica automatizzata e droni, analisi dei big data, veicoli senza pilota ecc.), mentre il restante 60% è equamente distribuito tra il tema del miglioramento della vita (robot chirurgici, da compagnia, strumenti educativi) e lo svolgimento di attività pericolose (ricerca e salvataggio, ispezione epuliza condotti, sistemi di sorveglianza, robotica spaziale ecc.). Il fondo, partendo da un universo di 270 società, basate soprattutto negli USA, UK, Israele, Nord Europa e Asia (Giappone, Cina e Sud Corea), investe in 30 - 60 titoli, con un’allocazione che va da 0,5 a 4% per ciascuna posizione. L'orizzonte di investimento è di lungo termine con una prospettiva di 7 - 10 anni e un preferenza per le small e mid cap (costituisco cieca il 40% del portafoglio), selezionate con un rigoroso approccio bottom up. 

Strettamente connesso con questo fondo è anche l’altro veicolo di investimento presentato a Milano alla stessa conferenza, il Credit Suisse (Lux) Gobal Security Equity Fund (321 milioni di dollari in AUM): è un fondo che investe in società attive nel settore della protezione e sicurezza. Questo tema si declina in molti modi: nel mondo dell'Internet of things (apparecchi elettronici connessi alla rete, compresi i computer di bordo delle auto), nei big data, nella lotta al fenomeno degli hacker, ma anche nel miglioramento delle infrastrutture (strade, ponti). In dettaglio, il 25% del portafoglio è investito nel tema della sicurezza IT, il 15% nella sicurezza dei trasporti e il restante 60% è equamente ripartito in prevenzione della criminalità, tutela della salute e sicurezza ambientale. Anche in questo caso il focus è sulle small & mid cap (circa un terzo del fondo).

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.