Jackson Hole delude le attese

Il commento sul summit dei banchieri centrali di Alberto Biolzi, responsabile direzione wealth management di Cassa Lombarda
28/08/2017 | Redazione Advisor

Il summit dei banchieri centrali di Jackson Hole è stato oggetto di molte attese, quasi tutte deluse. "Yellen e Draghi - sottolinea Alberto Biolzi, responsabile direzione wealth management di Cassa Lombarda - non si sono, infatti, espressi sulle prossime mosse di politica monetaria, dando via libera agli investitori a scommettere su un nuovo rafforzamento dell’euro, favorito anche da dati macro migliori rispetto agli Usa. Sull’euro - prosegue Biolzi - molto giocheranno le aspettative di un annuncio del “tapering” del QE Bce già dal prossimo meeting del 7 settembre, mentre lo sviluppo del quadro macro in Usa e della politica economica domestica incideranno inevitabilmente sul dollaro."

 

Fattori in grado di creare volatilità e incertezza sui mercati continueranno a essere, secondo il responsabile direzione wealth management di Cassa Lombarda, le tensioni geopolitiche che interessano l'Asia e le mosse dell'amministrazione Trump, tanto sul fronte esterno quanto su quello esterno.

 

"Durante il mese di settembre - afferma inoltre Biolzi - l’attività di primario, sia governativo sia corporate, dovrebbe progressivamente accelerare. Secondo i calcoli di alcuni analisti, a fronte di scadenze di 50 miliardi di euro nella categoria Investment Grade Euro, le emissioni lorde entro la fine dell’anno potrebbero raggiungere 100 miliardi di euro. Questo - conclude - dovrebbe tradursi in un rialzo degli spread all’emissione, con gli emittenti più propensi a fare concessioni agli investitori allo scopo di assicurarsi un funding a costi ancora contenuti in assenza di chiarezza sulle prossime mosse delle banche centrali."

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.