Reti, basta con il modello "multi level"

In seguito all'articolo Consulentia 2019 e le provocazioni senza risposta, Saverio Scelzo, presidente e amministratore delegato di Copernico SIM, ha inviato ad AdvisorOnline una sua lettera rivolta al presidente Anasf Maurizio Bufi.
13/02/2019 | Redazione Advisor

In seguito all'articolo Consulentia 2019 e le provocazioni senza risposta, Saverio Scelzo, presidente e amministratore delegato di Copernico SIM, ha inviato ad AdvisorOnline una sua lettera rivolta al presidente Anasf Maurizio Bufi. Una "lettera aperta", come la definisce lo stesso Scelzo  che spera che le provocazioni emerse dall'evento di Roma si trasformino in rivendicazioni concrete e, soprattutto, che finalmente l'industria del risparmio gestito affronti la prova di maturità alla quale è chiamata.
 

Gentile Dott. Bufi,
ho recentemente letto su Advisor le “5 grandi provocazioni” che Lei ha lanciato dal palco di ConsulenTia 2019. Credo che:

  1. Auspicare una nuova struttura organizzativa nelle reti di consulenza finanziaria
  2. Destrutturare la piramide (almeno io la interpreto così)
  3. Sfruttare al meglio (anche per i clienti) la tecnologia
  4. Investire sulla trasparenza e sulla competenza
  5. Un cambio di marcia contrattuale

Non dovrebbero essere lette come provocazioni ma come vere e proprie rivendicazioni professionali!
Anche se con ruoli diversi, sono anni che nei vari convegni vado dicendo le stesse cose ed ho ampiamente assistito al silenzio rassegnato, o tutt’al più ad una presa di coscienza di principio, da parte dei colleghi consulenti, ma poi fatti davvero concreti ben pochi…
Vede Dott. Bufi, le dinamiche sono sempre le stesse e sono più vicine alla cultura delle reti di vendita multi level che a quelle dei professionisti consapevoli del proprio ruolo, che al contrario ci dovrebbero appartenere.
Che dire dei contest, degli ingaggi a vincolo di permanenza pluriennale, dei budget e dei variabili, di una pressochè totale assenza di formazione sui costi impliciti, dei tunnel contrattuali sui clienti e soprattutto sui consulenti?
Noi consulenti offriamo un enorme valore aggiunto per definire la migliore strategia d’investimento per il nostro cliente, credo che l’imminente cambio a cui la cosiddetta “industria del risparmio gestito” è chiamata, debba essere colto per una vera e propria rivendicazione di ruolo ed anche su questo sono perfettamente d’accordo con Lei: “l’industria del risparmio gestito è chiamata ad una prova di maturità”.

Buon lavoro
Dott. Saverio Scelzo
Presidente e Amministratore delegato di Copernico SIM

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.