avatar

07/02/2020

Credem, utile netto 2019 sale a 201 milioni di euro

di Redazione Advisor

Highlights
  • Tutti i principali aggregati in forte crescita: utile netto +7,8%, prestiti +4,7% e raccolta +9,8%. Le parole del direttore generale
La News

Credem approva i risultati economici e finanziari preliminari del 2019. L'istituto chiude lo scorso anno con un utile netto di 201,31 milioni di euro, in aumento del 7,4% rispetto ai 186,66 milioni contabilizzati nell'esercizio precedente. In aumento anche il risultato di gestione finanziaria e assicurativa, che è salito da 1,06 miliardi a 1,11 miliardi di euro. Anche il margine di intermediazione è aumentato del 4,1%, passando da 1,16 miliardi a 1,2 miliardi di euro. Il risultato lordo di gestione cresce del 15,9% a 484,8 milioni di euro, mentre il risultato operativo si attesta a 402,9 milioni di euro (+10,4%).

 

Per quanto riguarda gli aggregati patrimoniali, Credem ha registrato una raccolta complessiva da clientela a fine 2019 di 71.591 milioni, +9,7% rispetto a 65.282 milioni conseguiti nell’anno precedente. In crescita anche gli impieghi a clientela che hanno mostrato un +4,7% a/a (rispetto al sistema invariato nello stesso periodo) e si sono attestati a 26.684 milioni rispetto a 25.497 milioni a fine dicembre 2018. Sempre elevata la solidità del Gruppo con un CET1 Ratio al 13,5% con 553 bps di margine rispetto al livello minimo normativo (comprensivo del requisito addizionale SREP assegnato dalla BCE) dell'8% per il 2019.

 

“Il 2019 è stato un anno con risultati di altissimo livello, ottenuti grazie all’impegno di tutte le persone che lavorano nel Gruppo. Abbiamo continuato ad acquisire nuova clientela, fatto che testimonia l’efficacia del modello di offerta e la qualità degli investimenti, diversificando ulteriormente le nostre attività. In un contesto economico molto competitivo dobbiamo proseguire negli investimenti sulla digitalizzazione e sull’innovazione con un focus particolare su banca assicurazione, wealth management, reti di consulenza finanziaria e private banking", ha commentato Nazzareno Gregori, direttore generale Credem. "Vogliamo quindi proseguire nell’evoluzione del nostro modello di servizio multi-canale e altamente diversificato, per continuare a creare valore nel tempo, con forte attenzione alla sostenibilità, per tutti gli stakeholder", ha aggiunto il manager.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: