Banca Mediolanum, entrati 22 nuovi family banker

Da inizio anno la banca ha visto l’inserimento complessivo di 68 nuovi Family Banker, di cui 19 ex bancari e 6 professionisti dal mondo assicurativo.
17/09/2020 | Marcella Persola

Continua la crescita e il reclutamento di Banca Mediolanum. Tra giugno e agosto la banca di Basiglio ha segnalato l'ingresso di 22 nuovi family banker, il cui arrivo va a rafforzare la rete di consulenti finanziari guidati dal direttore commerciale, Stefano Volpato.

 

Nel dettaglio, così come spiega la nota del gruppo, quasi metà dei 22 nuovi acquisti proviene dal mondo bancario e assicurativo. I professionisti specializzati nel settore assicurativo, in particolare, ricopriranno il ruolo di family protection specialist, la cui padronanza nel ramo danni contribuirà a incrementare lo sviluppo di quest’area di business.

 

 

 

In agosto, in particolare, Banca Mediolanum riaccoglie nelle proprie fila Alessandro Schiavianato, ex gestore Credem, che, dopo una parentesi in Capitalia, rientra in Banca Mediolanum. Al contempo dà il benvenuto a Rita Lanni, ex gestore Banco BPM e formatore in aula per i moduli credito e finanza. Schiavinato sarà operativo sulla piazza di Treviso, mentre Lanni su quella di Pisa.

 

“Anche durante il lockdown e nei mesi successivi è proseguita l’attività di conoscenza e selezione dei candidati più idonei a ricoprire il ruolo di Family Banker,” commenta  Volpato, direttore commerciale di Banca Mediolanum. “Come nel rapporto con la clientela, anche nel recruiting il supporto tecnologico ha permesso la prosecuzione dell’attività, in modo assolutamente efficiente. E i risultati di questa estate confermano l’interesse che profili skillati dimostrano nei confronti del nostro modello”.

 

Ricapitolando i numeri da inizio anno la banca ha visto l’inserimento complessivo di 68 nuovi family banker, di cui 19 ex bancari e 6 professionisti dal mondo assicurativo.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.