Banca Mediolanum, alleanza con 14 facoltà per formare nuovi CF

Ennio Doris: “Nel progetto ‘Bankers consultant’ saranno coinvolti 70 studenti entro la fine dell'anno, trecento nell'arco di tre anni”
18/01/2021 | Redazione Advisor

Banca Mediolanum lancia il progetto “Bankers consultant”. Da lunedì scorso, infatti, i primi 14 neolaureati hanno iniziato il master aziendale di formazione. Ma cosa si intende per Banker Consultant? E’ una nuova figura professionale all’interno della rete commerciale di Banca Mediolanum, creata con l’obiettivo di contribuire al progetto di crescita della presenza della Banca sul mercato e rappresentare una forma di passaggio di generazionale tra consulenti senior e giovani neolaureati. Il programma NEXT è il nuovo progetto pluriennale di Banca Mediolanum per supportare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro come consulenti finanziari attraverso un percorso formativo e di avviamento professionale in affiancamento ai migliori senior consultant della banca.

Massimo Doris, amministratore delegato e figlio di Ennio, fondatore della banca, intervistato da “L’Economia, l’inserto settimanale del Corriere della Sera, spiega che si tratta di “un vero e proprio cambiamento iniziato alla fine della scorsa estate. Un progetto già presentato in alcune università lombarde come Bocconi, Liuc, Bergamo e Cattolica proponendo un percorso formativo post laurea, abilitante a svolgere un nuovo ruolo professionale ideato e proposto da noi. Lunedì scorso i primi l4 Banker consultant hanno iniziato il master full time presso la nostra Academy. Durerà sei mesi e a luglio saranno già operativi. Saranno coinvolti 70 studenti entro la fine dell'anno, trecento nell'arco di tre anni. Siamo partiti dalla Lombardia ma saremo presto in Tbscana, in Veneto e in tutte le altre regioni italiane con questo progetto che abbiamo chiamato Next, perché fortemente orientato al futuro, alla crescita dei nostri professionisti e in prospettiva anche al ricambio generazionale”.

Il progetto cosa prevede? “Ooggi noi contiamo su circa 4.100 Family bankers in Italia. Di questi, circa 600, i più senior, saranno coinvolti nel progetto. I Banker consultant che stiamo formando verranno infatti progressivamente inseriti nel mondo del lavoro al fianco di questi professionisti esperti. In una logica di coaching e di training on the job, avranno il compito di farsi le ossa nella gestione dei già clienti. Partiamo da una selezione severa di alcuni ottimi studenti di importanti università e vogliamo offrire loro un percorso di crescita in una professione che, lo abbiamo visto nel 2020, ha grandi prospettive e potenzialità di crescita. Il bisogno di consulenza finanziaria è in continuo aumento e le masse in gestione a Banca Mediolanum e a tutto il settore, sono la testimonianza di questa necessità”.

Doris aggiunge che “la vecchia immagine del consulente finanziario che girava il quartiere suonando i campanelli appartiene al passato, ai primi anni Novanta. Allora l'obiettivo del consulente era vendere l'unico prodotto disponibile, oggi è invece seguire e gestire nel tempo i risparmiatori, le loro famiglie, rispondendo alle loro esigenze. La professione del consulente finanziario si è evoluta, sono cambiati i mercati, le normative. È richiesta una aumentata competenza. Per questo Banca Mediolanum ha formato team di esperti nelle materie più varie, dal credito, alla protezione, al passaggio generazionale, da affiancare al professionista senior in un gioco di squadra. E ora è il turno del banker consultant. Proprio per rispondere sempre a tutte le esigenze della clientela. E non sono lavori transitori, sono professioni con grandi possibilità di sviluppo”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.