Copernico SIM dà spazio ad altri due giovani professionisti

Andrea Molle e Maurzio Fiore che rientrano nel Progetto Giovani della società per la formazione e l'affiancamento dei candidati fino all'esame per l'iscrizione all'albo
16/02/2021 | Redazione Advisor

Copernico SIM continua a dare spazio ai giovani con l'ingresso di Andrea Molle, classe 1994, di Pavia e laureato in Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale presso l’Università degli Studi di Pavia, rafforzerà la presenza a Milano e Maurizio Fiore, 30 anni, di Varese e con laurea magistrale in Management and Finance presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, opererà principalmente nell’area di Varese.

I nuovi consulenti rientrano nel Progetto Giovani di Copernico SIM, che prevede la formazione e l’affiancamento dei candidati fino all’esame per l’iscrizione all’Albo e per i 3 anni successivi, fino alla completa autonomia professionale. Nonostante le restrizioni imposte dal lockdown e dalla pandemia le selezioni ed i percorsi di formazione sono proseguiti interamente online ed a breve entrerà a far parte della Società un altro gruppo di giovani professionisti.

“Abbiamo sempre dato attenzione ai giovani consulenti, sia perché svincolati dalle logiche di prodotto sia perché più abili a relazionarsi con la clientela più giovane, che sempre di più ha la necessità di fare scelte patrimoniali importanti anche a seguito di passaggi generazionali - afferma Gianluca Scelzo (nella foto), consigliere delegato Copernico SIM -. Ciò non significa tagliare fuori dal nostro radar i consulenti più senior. Ritengo che la nostra struttura possa essere un polo di attrazione anche per i professionisti di lungo corso, sia provenienti da altre reti di consulenza che bancari, delusi dalle grandi strutture. Da noi trovano un ambiente in grado di soddisfare le loro ambizioni in completa autonomia e soprattutto senza pressioni di tipo commerciale”. D

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.