I CF di Banca Generali svettano per raccolta pro capite

Seguono i professionisti di Fineco e CheBanca! Secondo l’analisi di Assoreti, lo scorso anno ciascun consulente finanziario ha raccolto in media 2,088 milioni di euro
17/01/2022 | Redazione Advisor

Nonostante la pandemia, il 2021 è stato un anno d’oro per le reti italiane di consulenti finanziari. Secondo le ultime rilevazioni di Assoreti, infatti, alla fine dello scorso mese di novembre la raccolta netta totale annua aveva superato la soglia dei 50 miliardi di euro, in crescita del +34,1 rispetto all’anno precedente.

Un dato che evidenzia il forte bisogno di consulenza da parte delle famiglie italiane e, soprattutto, la grande capacità dei consulenti finanziari italiani di rispondere ai nuovi bisogno di pianificazione patrimoniale che la pandemia ha fatto emergere. Non a caso, la raccolta pro capite nel 2021 ha toccato nuovi massimi: sempre secondo l’analisi di Assoreti, lo scorso anno ciascun consulente finanziario ha raccolto in media 2,088 milioni di euro. A spingere verso l’alto questo dato medio hanno contribuito in particolar modo alcune reti.

Tra tutte, spicca la performance dei 2mila private banker di Banca Generali che lo scorso anno hanno raccolto in media 3,150 milioni di euro, guidando la raccolta netta della rete guidata dall’amministratore delegato Gian Maria Mossa oltre i 7,7 miliardi di euro.

Distanziati di poco ci sono poi i consulenti di Fineco con 3,119 milioni ciascuno, mentre il podio di questa speciale classifica è completato da CheBanca! con 2,851 milioni di euro a testa. Sopra la media risultano anche la rete di BNL Life Banker (2,601 milioni), Allianz Bank (2,165 milioni) e Banca Euromobiliare (2,141 milioni), mentre si posizionano leggermente sotto Banca Fideuram (1,927) e Banca Mediolanum (1,581 milioni).

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.