Il consulente ora conta più del brand

In momenti di incertezza e volatilità economica e geopolitica come quella attuale, per chi si occupa di risparmio gestito diventa utile e necessario riuscire a individuare dei punti fermi.
18/06/2022 | Francesco D'Arco

In momenti di incertezza e volatilità economica e geopolitica come quella attuale, per chi si occupa di risparmio gestito e consulenza finanziaria diventa utile e necessario riuscire a individuare dei punti fermi. Delle linee guida che permettano ai professionisti di non perdere mai la rotta.

 

Quali possono essere questi punti fermi? La risposta è arrivata dal Forum Megatrend organizzato da ADVISOR e svoltosi nella giornata di giovedì 16 giugno. Un evento che ha visto la partecipazione di numerosi professionisti dell’industria e si è concluso con un confronto a viso aperto tra Gian Maria Mossa (Banca Generali) e Tommaso Corcos (Fideuram ISPB).

 

Tanti gli spunti emersi ma, se dovessi individuare dieci messaggi chiave, li riassumerei così:

 

1) C’è un megatrend bellissimo che è quello della consulenza. Gli asset gather quotati non hanno problemi in questo momento storico. 

 

2) Nel nostro Paese l’industria del risparmio gestito si distingue per l’innovazione, tanto che il nostro settore è diventato un punto di riferimento anche all’estero.

 

3) Dopo i due anni di pandemia i clienti hanno più cicatrici e più esperienza e lo si evince dal fatto che non stanno affrontando il momento attuale con panico. Quello che preoccupa ora il mondo della consulenza è l’eccesso di liquidità.

 

4) In generale c'è una maggiore consapevolezza dei clienti sulla necessità di avere bisogno di consulenza. Passa dal consulente la conquista della fiducia. 

 

5) La tecnologia permea tutta la nostra vita, bisogna stare al passo con i tempi e riflettere su temi come metaverso, blockchain e wallet. Quest’ultimo sarà l'ambito dove la ricchezza sarà depositata.

 

6) Investire secondo la diversity inclusion significa guardare alle aziende che lavorano a ridurre le disuguaglianze sociali e aiutare le classi più disagiate. Gli investitori in Borsa apprezzano società in cui c’è meritocrazia e percorsi chiari di carriera con eguali opportunità per uomini e donne.

 

7) Il metaverso è un genesis trend, destinato a generare altri trend. Quando si analizzano trasformazioni in ambito tecnologico, l’errore da non commettere è quello di confondere un trend ciclico con un trend strutturale.

 

8) Siamo all’inizio di un processo di darwinismo digitale.

 

9) Le infrastrutture permettono di arrivare a nuovi mondi e ci porteranno di portare l'economia nel nuovo mondo. Un mondo che dovrà essere dominato dall’economia circolare.

 

10) Oggi solo il 20% del fabbisogno energetico è coperto dalle energie rinnovabili. Il percorso da seguire è quindi chiaro. Ma una delle maggiori sfide che ci aspettano riguardano i costi sociali e ambientali del climate change. Costi che non devono essere considerati un freno allo sviluppo di questo megratrend.

 

Sono questi i dieci messaggi che, forse, più di altri, hanno segnato l’evento e indicano una rotta chiara in merito al futuro prossimo dell’industria. Ma gli spunti sono sicuramente molti di più. E ognuno può trovare altri stimoli e provocazioni dal Forum Megatrend

 

Una cosa è certa: l’industria deve essere consapevole che oggi conta più il consulente del brand della mandante.

 

Foto di Angela Roma
https://www.pexels.com/it-it/foto/marketing-moda-rosso-strada-7319125/

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.