Fideuram ISPB, la sede di Olivetti riunisce le "new entry" del 2022

Sono 24 i nuovi PB Assistant. L’area manager Fabio Landi racconta che “si è parlato di sostenibilità, metodo, organizzazione e pianificazione. Molto interessante l’intervento del nostro PWA Marco Parrini, dove ha parlato di tempo, variabilità e disciplina”
22/11/2022 | Daniele Riosa

Il gruppo Fideuram continua nella sua campagna di recruiting e di formazione dei giovani. Proprio ieri sera, nella sede fiorentina da poco inaugurata, si sono riuniti le nuove “reclute” del 2022. Come spiega con un post sul proprio profilo LinkedIn, Fabio Landi (in foto), area manager della Toscana e per l'Umbria Città di Castello, “presso la nuova sede fiorentina oggi ho avuto la soddisfazione di incontrare i 24 giovani PB Assistant entrati in Area Toscana nel 2022. Tanti visi sorridenti e molto soddisfatti del progetto intrapreso. Si è parlato di sostenibilità, metodo, organizzazione e pianificazione. Sono intervenuti dalla sede i responsabili del progetto Maio Manuela e Frenza Massimiliano. Molto interessante l’intervento del nostro PWA Marco Parrini, dove ha parlato di tempo, variabilità e disciplina. Insieme abbiamo tracciato i prossimi obiettivi. Un ringraziamento anche ai MNG intervenuti, ottimi collaboratori del progetto”.

Claudio Formisano, divisional manager di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking coordinamento-sviluppo - recruiting manger area Toscana Nord, sempre attraverso LinkedIn, dà ancora alcuni dettagli della serata fiorentina: “Ieri - scrive Formisano - per la prima volta insieme all'area manager Fabio Landi abbiamo incontrato le nuove leve dell'area Toscana, i private banker assistant, più di 40 giovani laureati con età compresa tra 25 e 30 anni che hanno deciso di intraprendere la professione del consulente patrimoniale. Contro ogni qualunquismo sui giovani di oggi in quell'aula si respirava una carica pazzesca tantissima voglia di fare, tanta voglia di mettersi in gioco, tanta voglia di imparare e anche quella sana spregiudicatezza che un giovane deve avere. Un' aula vitaminica! Grazie anche al racconto di Marco Parrini, private wealth advisor, hanno potuto toccare con mano come si costruisce una storia professionale di successo e quali elementi fondamentali servano per far si che sia duratura, primi su tutti la disciplina e organizzazione. Un ringraziamento speciale va anche a Massimiliano Frenza e Manuela Maio in rappresentanza della sede e responsabili del progetto che ci aiutano nella selezione mirata dei giovani e che soprattutto assistono loro nel percorso di crescita formativa presso il Campus Fideuram”.

Antonietta Piscitelli, giovane banker di Fideuram ISPB, usa LinkedIn per ringraziare “Fabio Landi per questa giornata, oltre che formativa, aggiungerei realmente attenta ai bisogni di noi giovani, che abbiamo intrapreso questo nuovo percorso con tanta voglia di crescere ed imparare ... Un confronto che farà sicuramente bene in primis ai noi Pb assistant, ma soprattutto a tutto il progetto, per renderlo sempre più efficace e vincente”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.