Fideuram: nel 2016 crescono utile, ricavi e masse

Bene la raccolta assicurativa che sfiora i 4 miliardi di euro. Il numero complessivo di private banker raggiunge quota 5.848
13/02/2017 | Massimo Morici

Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking chiude il 2016 con un utile netto di 786 milioni di euro in crescita di 39 milioni (+5%) dal risultato del 2015. Le commissione nette si attestano a 1,54 miliardi di euro, in aumento del 5% dal saldo di 1,47 miliardi dell’anno precedente. In dettaglio, le commissioni nette ricorrenti, componente predominante (oltre 90%) del margine commissionale, sono risultate pari a 1,39 miliardi (+3%), mentre le commissioni di performance sono calate a 22 milioni di euro rispetto ai 30 milioni nel 2015.

Calano le spese di funzionamento a 524 milioni di euro (-1%). In particolare l’analisi di dettaglio mostra come le spese del personale abbiano registrato una flessione del 2% a 284 milioni di euro, pur in un contesto di rafforzamento quantitativo e qualitativo dell’organico (+82 risorse). Invariato, invece, resta il saldo della altre spese amministrative (225 milioni). Il cost/income ratio è risultato pari al 30%, in ulteriore miglioramento rispetto al livello raggiunto nel 2015 (+32%). Le masse amministrate dal gruppo, presieduto da Matteo Colafrancesco (nella foto), al 31 dicembre 2016 risultano apri a 198 miliardi (+5%) grazie alla raccolta netta di 8,5 miliardi (2,9 miliardi in risparmio gestito e 5,6 miliardi in risparmio amministrato) e alla performance di mercato dei patrimoni (+0,6 miliardi).

La componente di risparmio gestito, pari a 136,5 miliardi (+4,5 miliardi rispetto al 2015), rappresenta poco meno delle masse totali. All’interno del risparmio gestito si sottolinea il risultato del comparto assicurativo, che ha registrato una raccolta netta di 3,9 miliardi. Il numero complessivo di private banker si è attestato a 5.848 professionisti con un portafoglio medio pero-capite di 34 milioni di euro in crescita rispetto ai 32 milioni dell’anno precedente. “I risultati del 2016 dimostrano ulteriormente la nostra forza e vitalità. Tutte le società hanno contribuito in modo positivo e sgnificativo a un risultato che ci vede ai nostri massimi storici, in termini di raccolta e di utile. Creiamo valore in modo costante e sostenibile nel tempo. I ricavi sono frutto della nostra attività core: la consulenza finanziaria, che arricchiamo e potenziamo con nuovi servizi” ha commentato l’a.d. e d.g. Paolo Molesini.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.