Widiba, la pandemia non ferma la crescita

Al giro di boa la banca registra un rialzo dei ricavi di oltre il 18%. E " con l’accelerazione della digitalizzazione in corso combinato con il valore aggiunto della consulenza, ha ancora ampi spazi di crescita e scalabilità”. Parola di Marazia.
31/07/2020 | Redazione Advisor

Banca Widiba chiude il primo semestre 2020 con un utile netto pari a 4 milioni di euro (contro gli 0,2 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Un risultato salutato positivamente dal direttore generale Marco Marazia (nella foto) che ha così commentato: “In un periodo molto complesso che ancora non ci consente di tracciare scenari certi, siamo soddisfatti per aver mantenuto intatta la rotta del nostro percorso di crescita, incrementandone la velocità e restituendo una componente di certezza e solidità a tutti i nostri stakeholders. Il nostro modello di Banca è più che mai attuale e con l’accelerazione della digitalizzazione in corso combinato con il valore aggiunto della consulenza, ha ancora ampi spazi di crescita e scalabilità”.

 

A trainare l’utile soprattuto l'aumento dei ricavi che alla fine del periodo erano pari a 40,9 milioni di euro, in crescita del 18,2% rispetto al 2019, merito anche di una raccolta netta pari a 375 milioni di euro in sei mesi, un dato triplicato rispetto allo stesso periodo del 2019 che si era chiuso con flussi positivi per 117 milioni. Crescita a doppia cifra anche per i collocamenti di risparmio gestito che è cresciuto del 20% rispetto all'anno scorso, raggiungendo quota 470 milioni  di euro. 

 

 

Da segnalare infine, a livello di investimenti, il lancio nel corso dei quest'anno sul mercato di nuove soluzioni, che vanno a completare la fotografia del primo semestre. Tra le più rilevanti: “l’aggregatore di conti, funzionalità di Open Banking, tra le prime sul mercato, che permette di collegare conti e movimenti di altre banche all’interno della piattaforma Widiba ed effettuare operazioni dispositive sugli stessi; la nuova versione dell’app nativa che, oltre a tecnologia ed experience di ultima generazione, introduce la logica “conversazionale” per un dialogo con la clientela attraverso un linguaggio simile a quello di una chat; la digitalizzazione al 100% del comparto polizze & pension. Con questa soluzione si completa al 100% la possibilità di operare in modalità paperless e digitale su tutti i prodotti e le asset class di investimento; l’ampliamento della gamma per i clienti small business sia sull’offerta investimenti (web collaboration e linee vincolate) sia sui pagamenti in modalità issuing e acquiring. Le nuove funzionalità di robo4advisor per i Consulenti Finanziari sulla piattaforma proprietaria WISE: nuovi screener avanzati, picking engine e business intelligence.

 

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.