Foti (Fineco): focus sullo sviluppo digitale e FAM

La banca chiude l'anno con risultati in crescita, tra cui utile netto, ricavi e patrimonio. E per il 2021 si punta su...
09/02/2021 | Marcella Persola

Risulati in crescita per Finecobank. La banca digitale guidata da Alessandro Foti ha chiuso il 2020 con un utile netto pari a 324,5 milioni di euro in crescita del 19,2% rispetto ai 272,3 milioni del 2019. I ricavi del 2020 ammontano a €775,8 milioni, in crescita del 17,9% rispetto ai 657,8 milioni del 2019, grazie soprattutto al contributo positivo delle commissioni nette e del risultato di negoziazione, coperture e fair value.

 

In aumento le commissioni nette che ammontano a 404,3 milioni ed evidenziano un incremento del 24,3% rispetto ai 325,2 milioni del 2019. L’incremento è riconducibile alle maggiori commissioni nette relative all’area Brokerage (+68,6% a/a) grazie all’effetto combinato dell’aumento della base di clientela operativa sulla piattaforma della banca, all’ampliamento della quota di mercato (quota di mercato Assosim su intermediato equity Italia salito di 0,8 punti percentuali a/a al 27,8% al 31 dicembre 2020), alla rivisitazione dell’offerta e all’aumento della volatilità.

 

Si evidenzia inoltre la crescita dell’area Investing (+7,8% a/a), grazie anche al contributo di Fineco Asset Management, e la crescita delle commissioni dell’area Banking (+45,7% a/a) grazie al contributo derivante dal repricing sui conti correnti.

 

Il Risultato di gestione ammonta a 506,2 milioni al 31 dicembre 2020 in crescita del 24,0% rispetto ai 408,2 milioni dello scorso anno.

 

Il patrimonio netto contabile consolidato ammonta a 1, 687 miliardi e registra una variazione positiva di 66,7 milioni rispetto al 30 settembre 2020 e di 304,6 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2019.

 

La Banca conferma la sua solidità patrimoniale con un CET1 ratio al 28,56% al 31 dicembre 2020 (comprensivo anche dell’ammontare del dividendo 2019 revocato dal Consiglio di Amministrazione del 6 aprile 2020) rispetto al 24,19% al 31 dicembre 2019 riesposto6 (18,12% era il dato riportato nel Bilancio 2019 approvato dal Consiglio di Amministrazione l’11 febbraio 2020).

 

Fineco, inoltre, sta proseguendo nello sviluppo della propria offerta nel Regno Unito, con il lancio dei prodotti ISA e l’ulteriore ampliamento della gamma di fondi presenti sulla piattaforma. Prosegue inoltre la rivisitazione dell’offerta di brokerage con l’introduzione di nuovi prodotti e servizi (mercati asiatici, CFD, nuovo rilascio della piattaforma PowerDesk, in corso processo di integrazione verticale dei certificates, diventando emittente, market maker e distributore attraverso la nostra piattaforma).

 

Il Consiglio di Amministrazione, infine, ha approvato l’offerta vincolante per l’acquisizione di una quota di partecipazione pari al 20% del capitale di Hi-MTF Sim SPA, al costo di circa 1,25 milioni di euro. Alla base dell’operazione c’è la volontà di aumentare disviluppare un modello flessibile e moderno, con l’obiettivo di offrire ai clienti strumenti sempre più efficienti e trasparenti in linea con il modello di business di Fineco. 

 

Alessandro Foti, a.d. e d.g. della banca ha dichiarato ad Advisor: "Fineco ha concluso il 2020 con i risultati record, confermando la solidità del suo modello di business, perfettamente diversificato e in grado di intercettare con anticipo i trend strutturali che hanno caratterizzato l’anno appena concluso e che continueranno a essere determinanti anche per i prossimi anni. Gestione delle esigenze di risparmio sempre più efficiente, progressiva e diffusa digitalizzazione dei processi e problematiche connesse al modello di banca tradizionale, sono infatti le tendenze che Fineco, grazie alle sue caratteristiche di origine, è stata in grado di intercettare fin dall’inizio e valorizzare a pieno ponendosi come punto di riferimento del mercato. Per il 2021 uno dei focus principali sarà il continuo sviluppo digitale, con ulteriore espansione della piattaforma tramite nuovi progetti, per rispondere in maniera sempre più personalizzata ed efficace alle esigenze della clientela. Guardiamo anche all’ulteriore crescita di Fineco Asset Management che nel 2021 amplierà la propria offerta con nuovi prodotti equity e sustainable"

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.