FinecoBank, vento in poppa per il gestito

La raccolta del mese di marzo vede un forte contributo della parte gestita con 713 milioni di raccolta
07/04/2021 | Marcella Persola

Continua il percorso di crescita di FinecoBank. Nel mese di marzo la raccolta netta della banca digitale guidata da Alessandro Foti si attesta a 1,2 miliardi, segnando un incremento del 13% rispetto a 1 miliardo di un anno fa. Tale risultato porta la raccolta netta totale del primo trimestre a oltre 3,3 miliardi, un dato, così come evidenzia la nota di gruppo, ottenuto senza fare ricorso a politiche commerciali di breve periodo che conferma una crescita di nuova dimensione per Fineco.

 

L’asset mix vede un notevole contributo della componente gestita, con 713 milioni nel mese (rispetto ai -791 milioni di marzo 2020) e  1,9 miliardi nel primo trimestre che rappresenta il 57% della raccolta complessiva. Nel mese di marzo la componente amministrata si è attestata a  359 milioni, mentre la raccolta diretta è stata pari a 80 milioni.

 

L'accelerazione del brokerage, sostenuta dalla rivisitazione dell’offerta e dall’ampliamento della base di clienti attivi sulla piattaforma, viene confermata nel mese di marzo da ricavi stimati a circa  24 milioni (-21% rispetto al record storico di un anno fa) con una forte componente degli ordini eseguiti sui mercati esteri. I ricavi stimati da inizio anno sono pari a circa € 65 milioni, proiettando un trimestre record nonostante non si siano replicati i picchi di volatilità dello scorso anno.

 

Per Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di Fineco: “Anche il mese di marzo ha visto una raccolta molto solida, confermando la capacità della banca e dei nostri consulenti di affiancare i clienti e di rispondere concretamente alle loro esigenze di investimento. In particolare, la forte crescita della componente gestita e la contemporanea riduzione di quella diretta nel primo trimestre confermano l’efficacia delle iniziative messe in campo per indirizzare la liquidità verso soluzioni evolute, efficienti e di qualità. I risultati del brokerage, con i ricavi che si mantengono sui livelli già elevati dello scorso anno, confermano da parte dei clienti un approccio più orientato a obiettivi di medio-lungo termine e meno influenzato dalla volatilità sui mercati”.

 

Sul fronte FAM, Fineco Asset Management in marzo ha registrato 355,4 milioni di raccolta retail, con un forte interesse della clientela in particolare per la famiglia Fam Series. Al 31 marzo 2021 FAM gestiva masse per 17,9 miliardi: 11,5 miliardi nella componente retail (+50% a/a) e  6,4 miliardi in quella istituzionale (+35% a/a). Mentre dal punto di vista dell'AUM il patrimonio totale ha superato quota 97,1 miliardi, con una crescita del 28% rispetto a marzo 2020. In particolare, le masse nel private banking sono salite a 41,8 miliardi, con una crescita del 45% rispetto ai 28,8 miliardi di marzo 2020. I Guided Products & Services registrano  664 milioni di raccolta a marzo, rispetto ai - 448 milioni nel mese di marzo 2020. L’incidenza rispetto al totale AuM è salita al 74% rispetto al 72% di un anno fa.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.