Azimut, la raccolta cresce anche a marzo

Il ceo Gabriele Blei sottolinea che “il nostro percorso volto alla costruzione di valore nel tempo per tutti i nostri stakeholders si riflette anche nella raccolta positiva sui private markets”
07/04/2022 | Daniele Riosa

Anche a marzo prosegue il trend positivo di Azimut. Come si legge in una nota della società, il gruppo, nel terzo mese del 2022, ha realizzato una raccolta netta positiva per 827 milioni di euro (746 milioni a febbraio), raggiungendo così 1,7 miliardi di euro da inizio anno. Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine marzo a 83,4 miliardi, di cui 53,8 miliardi fanno riferimento alle masse gestite.

Gabriele Blei, ceo di Azimut, sottolinea che “siamo soddisfatti della raccolta netta di marzo, che segue l’andamento positivo dei mesi precedenti seppur impattata dal nostro disinvestimento di una parte degli investimenti nei fondi Azimut per finalizzare il ripagamento del bond da 350 milioni di euro alla fine del mese di marzo, e dal mutato e difficile contesto geopolitico. Il nostro percorso volto alla costruzione di valore nel tempo per tutti i nostri stakeholders si riflette anche nella raccolta positiva sui private markets, grazie a un’offerta articolata e diversificata sulle diverse asset class che non ha eguali sul mercato italiano e che a fine marzo ammontano al 9% della componente gestita".

“Al dato trimestrale - conclude Blei - contribuiscono, inoltre, le attività estere i cui flussi si fanno sempre più consistenti”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.