Banca Mediolanum, oltre 3 miliardi di raccolta da inizio anno

L’a.d. Massimo Doris: “Grazie anche al valido aiuto dei nostri esclusivi servizi di investimento automatico, sono confluiti in prodotti di risparmio gestito flussi per 541 milioni”
06/05/2022 | Redazione Advisor

Continua a ritmi sostenuti la raccolta di Banca Mediolanum nel 2022. L’istituto guidato da Massimo Doris, come comunica in una nota, chiude aprile con volumi commerciali totali a 1,14 miliardi di euro. La raccolta netta totale del mese ammonta a 828 milioni di euro, (900 milioni a marzo), 3,21 miliardi dall’inizio dell’anno.

La raccolta netta in risparmio gestito di aprile è di 541 milioni, circa 2,21 miliardi nei primi quattro mesi del 2022. I nuovi finanziamenti erogati sono pari a 297 milioni, 1,19 miliardi dall’inizio dell’anno. I premi polizze protezione arrivano a toccare 14 milioni, 55 milioni nel primo quadrimestre del 2022.

Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum, sottolinea che “la raccolta netta continua a distinguersi sul mercato per quantità e qualità, con 828 milioni nel mese e 3,2 miliardi da inizio anno. Grazie anche al valido aiuto dei nostri esclusivi servizi di investimento automatico, sono confluiti in prodotti di risparmio gestito flussi per 541 milioni, nonostante persista un’elevata volatilità sui mercati azionari. Il gruppo ha mostrato ancora una volta il valore aggiunto che il nostro modello, unico e ben diversificato, è in grado di produrre. Proseguiamo infatti nell’affiancare i clienti nei loro progetti e obiettivi di vita anche con l’erogazione di mutui e prestiti per 297 milioni ad aprile, e a proteggere la capacità di produrre reddito attraverso le polizze protezione”.

“Sono convinto - conclude Doris- che l’abilità di Banca Mediolanum di soddisfare tutte le esigenze finanziarie dei clienti, e di gestirne le emozioni nei momenti più complessi, continuerà a riservarci un ruolo da protagonisti in tutti i settori in cui operiamo”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.