Fideuram, Corcos in prima linea a supporto dei cf

L’amministratore delegato della società manda una lettera a tutti i clienti ricordando il valore e la presenza costante dei private banker. Soprattutto in questi momenti di difficoltà.
24/03/2020 | Francesco D'Arco

La prima sfida che Tommaso Corcos, amministratore delegato e direttore generale di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking dallo scorso 24 febbraio, si è trovato ad affrontare è superiore ad ogni aspettativa. L’emergenza Coronavirus ha stravolto ogni piano e spinto molte realtà ad adottare misure straordinaria. Anche nel mondo bancario. E la conferma arriva da una lettera che lo stesso Tommaso Corcos ha mandato a tutti i clienti con l’obiettivo di far sentire la vicinanza della banca ma, non ultimo, con l’intento di ricordare che in questo momento tutti i clienti possono contare su un’arma in più: i consulenti finanziari e i private banker del mondo Fideuram

 

“Gentile Cliente, In questi giorni l’emergenza sanitaria e le risposte forti del nostro Paese sono state al centro del dibattito sui giornali, mezzi di comunicazione e all’interno di tutte le famiglie italiane” scrive subito Corcos che non nega l’importante impatto che l’emergenza sta avendo dal punto di vista sociale, economico e sanitario. “Difficile fare previsioni sulla durata della crisi sanitaria ma, facendo tesoro dell’esperienza di altri paesi colpiti prima di noi, la prontezza e la severità delle misure di contenimento adottate sono indubbiamente due variabili rilevanti nel ridurre il numero dei contagi e risolvere la crisi. Queste risposte e l’eccellenza del nostro sistema sanitario nazionale inducono ad un cauto ottimismo” spiega l’a.d. di Fideuram ISPB. “L’impatto ad oggi è stato comunque molto forte sui mercati finanziari, con una elevata volatilità e una discesa significativa dei prezzi, eventi che hanno portato i principali titoli a valutazioni che fino a qualche settimana fa sembrava impossibile ipotizzare e che non si vedevano da tempo”.

 

Ma Corcos invita a non farsi prendere dallo sconforto. Anzi. “In queste fasi è facile farsi prendere dall’emotività e prendere delle decisioni di investimento che possono poi rivelarsi profondamente errate. La storia però ci insegna che le crisi - finanziarie o sanitarie - anche importanti come questa vengono alla fine superate e che l’economia e i mercati tornano a stabilizzarsi e riprendono a crescere. Spesso è proprio in momenti come questi che si vengono a creare delle opportunità di investimento”.

 

E i clienti del mondo Fideuram possono contare su un’aiuto in più: i consulenti finanziari. “Sono questi i momenti in cui è ancora più importante il valore della consulenza dei nostri Private Banker che, in questa emergenza più che mai, sono a vostra disposizione con tutti i loro strumenti (telefono, e-mail, web collaboration) per analizzare la situazione dei vostri investimenti e per qualsiasi ulteriore esigenza si rendesse necessaria” afferma Corcos che ricorda che, stante le limitazioni alla mobilità decretate dal Governo, “è possibile accedere a tutti i servizi bancari tradizionali senza necessità di recarsi in Banca, tramite gli strumenti online ed i bancomat di tutto il Gruppo Intesa Sanpaolo. Inoltre, in ottemperanza alle disposizioni emanate, i nostri sportelli dall’11 marzo osservano tempi di apertura ridotti; per tale motivo e per evitare inutili attese, la invito a contattare preventivamente per telefono il suo Private Banker” conclude l’amministratore delegato della società garantendo ai clienti “in questo momento più che mai, il massimo impegno dei nostri Private Banker, di tutta la nostra azienda e del nostro Gruppo per supportarla nelle scelte più adeguate per i suoi risparmi”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.