Michele Scolletta (Allianz GI): “CF capitani coraggiosi”

“Con intraprendenza e grande capacità di volgere in positivo il momento di crisi, i consulenti stanno assistendo i clienti mediante webinar, video chiamate e messaggistica istantanea”. L’head of Allianz networks sales Italy, intervistato da advisoronline.it, spiega come la società sta affrontando l’emergenza Coronavirus
31/03/2020 | Daniele Riosa

“Con intraprendenza e grande capacità di volgere in positivo il momento di crisi, i consulenti stanno assistendo i clienti mediante webinar, video chiamate e messaggistica istantanea”. Michele Scolletta, head of Allianz Networks Italy di Allianz Global Investors di AllianzGI, intervistato da advisoronline.it, spiega come la società sta affrontando l’emergenza Coronavirus e sottolinea come “è certo che il momento attuale impone anche delle revisioni dei piani, ma non degli stravolgimenti”. Scolletta chiude con un messaggio rassicurante: “Abbiamo la certezza che tutto evolverà verso tempi migliori”.

Che cosa possono far le reti per fronteggiare l’emergenza Coronavirus?
“Le reti devono fare quello che hanno sempre fatto, essere vicine ai propri clienti, fornire una adeguata informazione e far si che i clienti mantengano fede ai piani di investimento programmati nel tempo. È certo che il momento attuale impone anche delle revisioni dei piani, ma non degli stravolgimenti. La storia ci insegna, o dovrebbe insegnarci, che dopo periodi di forti ribassi, ne conseguono periodi di altrettanto solidi rialzi dei mercati finanziari. Sta a noi cogliere come ipotesi realistica quanto avviene da sempre, ed i consulenti finanziari devono evitare che la paura dell’esito di un nuovo fenomeno sconosciuto quanto distorsivo, possa rivelarsi come un rinnovato errore comportamentale. Prediamo a prestito l’aforisma secondo cui il pericolo maggiore per gli investimenti è dire questa volta è diverso e ripensiamola dicendo ed auspicando che questa volta sarà diverso. Auspichiamo che i risparmiatori non si facciano dominare dalla paura e dalla irragionevolezza e che, guidati dai consulenti, sapranno dirigersi con fermezza verso il raggiungimento della propria meta, seppur con qualche piccolo aggiustamento di rotta tattico e momentaneo. I consulenti sono dei capitani di navi che si trovano a navigare in oceani, a volte burrascosi, a volte in cieli nebbiosi, ma in ogni caso riescono a portare sani e salvi i passeggieri ed i loro risparmi verso la programmata meta. A questo devono essere chiamate le reti per fronteggiare l’emergenza che oggi chiamiamo Covid 19, ed a fronteggiare tutte le emergenze che inevitabilmente ci saranno nei prossimi anni, come inevitabilmente ci saranno lunghi lustri di prosperità e benessere”.

Come cambia il ruolo del consulente finanziario in questo momento?
“Il ruolo del consulente finanziario assume sempre più maggior rilievo per il buon esito dei programmi di gestione del risparmio delle famiglie italiane. Quanto stiamo vivendo, Il susseguirsi di informazioni, spesso distoniche, impone lucidità ed oggettiva capacità di osservazione. I consulenti stanno mettendo a punto metodi di comunicazione da remoto che permettono vicinanza e contatto con chi a loro affida la gestione dei risparmi. Con intraprendenza e grande capacità di volgere in positivo il momento di crisi, i consulenti stanno assistendo i clienti mediante webinar, video chiamate, messaggistica istantanea. Tutto quello che la tecnologia mette a disposizione permette di poter dare anche semplice conforto, indice di una reale attenzione alle persone e non ai clienti. In questo Allianz Global Investors si distingue in maniera positiva. Lo ha dimostrato Thomas Linker nella sua lettera aperta a tutti i risparmiatori italiani ed ai nostri partner, lo dimostriamo tutti i giorni che ci vedono impegnati oltre alla gestione finanziaria dei nostri fondi, anche alla gestione di webinar formativi dedicati a tutti i consulenti e che hanno come temi di narrazione argomenti di varia natura, ma sempre a supporto del ruolo del consulente e della gestione delle corrette scelte di investimento. È necessario ora più che mai tornare a sentire le persone, parlare con le persone, essere vicini alle persone. In questo deve evolvere il ruolo del consulente, non solo divulgatore di nozioni tecniche ed analisi di scenari finanziari, quanto piuttosto attento ascoltatore e recettore dei reali bisogni delle persone che a loro affidano la gestione dei propri risparmi, frutto di sacrifici ed anni di duro lavoro. Questo momento sta unendo più che allontanando, e di questo dobbiamo farne memoria per i tempi che verranno, affinché quanto appreso oggi possa risultare utile investimento per il futuro. Questa volta sarà diverso, abbiamo la certezza che tutto evolverà verso tempi migliori”.

Scolletta chiude citando un aforisma di Eraclito: “Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.