Proptech e Superbonus per i clienti di Banca Generali

La gamma di strumenti a disposizione dei banker guidati da Mossa si allarga con due nuove soluzioni per la consulenza sul patrimonio immobiliare. Al via le partnership nel proptech per la compravendita online e la gestione degli affitti brevi. Inoltre, una nuova soluzione pensata ad hoc per intercettare il Superbonus edilizio del 110%.
01/10/2020 | Marcella Persola

Due nuove soluzioni per consentire ai clienti di massimizzare il ritorno dagli investimenti immobiliari: Banca Generali amplia la potenza di fuoco della propria piattaforma di consulenza evoluta – BG Personal Advisory – con nuovi servizi dedicati al real estate.

Oltre alle storiche funzionalità per la mappatura immobili e alle partnership con i più importanti operatori italiani ed internazionali, la Banca private guidata da Gian Maria Mossa ha infatti messo a disposizione dei propri banker una serie di innovative funzionalità legate al mondo del proptech e a quello della ristrutturazione edilizia.

“Il mattone è storicamente la forma di investimento preferita degli italiani e ancora oggi, nonostante anni di prezzi molto lontani dai massimi del mercato, continua a rappresentare la fetta maggiore dell’intero patrimonio delle famiglie – commenta Maria Ameli, Responsabile del Corporate, Real Estate & Art Asdvisory di Banca Generali, che aggiunge – per questo motivo abbiamo voluto allargare l’offerta di consulenza alla nostra clientela con le nuove potenzialità legate al mondo del proptech e intercettare le opportunità dall’ultimo Decreto Rilancio con una serie di servizi che consentono ai proprietari di rinnovare gli immobili senza addentrarsi nella jungla della burocrazia”.

 

Il Proptech nel private banking

I confini della consulenza patrimoniale di Banca Generali si allargano quindi anche alla sfera del digital real estate. La Banca private ha infatti selezionato due delle società italiane più interessanti nel settore – Homepal e CleanBnB – per portare i vantaggi della loro offerta all’interno della piattaforma di consulenza evoluta BG Personal Advisory. In questo modo, i private banker della Banca del Leone possono aiutare i propri clienti ad individuare tutte le potenzialità del mercato immobiliare, partendo dagli affitti brevi fino ad arrivare all’analisi dei trend di settore attraverso i big data per intercettare le migliori opportunità di investimento.

“Integrando i servizi dei partner all’interno della nostra piattaforma di consulenza evoluta, i nostri consulenti sono in grado di aiutare i clienti a trattare la proprietà immobiliare come se fosse un asset finanziario. Attraverso l’analisi dei dati, la piattaforma è in grado di generare un report che valuta il rendimento effettivo di un immobile, ne analizza il rischio e i costi. In questo modo, per il cliente è semplice farsi un’idea chiara dell’opportunità o meno di mantenere il bene all’interno del proprio patrimonio” spiega ancora Ameli.

 

Superbonus edilizio: la ricetta di Banca Generali

La seconda novità dell’offerta di consulenza immobiliare di Banca Generali è invece legata al mondo delle ristrutturazioni. Anche la Banca del Leone si è mossa per tempo per intercettare le potenzialità del cosiddetto “Superbonus” del 110% presentato dal Governo nell’ultimo Decreto Rilancio. Attraverso una partnership con Gabetti Lab - la società del gruppo Gabetti che si occupa dello sviluppo e della gestione delle reti Condominio e Tec – il cliente può accedere agli importanti benefici fiscali previsti per le ristrutturazioni, liberandosi però di tutti i complessi aspetti legati alla gestione delle varie pratiche.

 

“Il Superbonus del 110% rappresenta una opportunità interessante per tutti i nostri clienti che hanno un importante patrimonio immobiliare da rilanciare. Attraverso questo nuovo servizio, siamo in grado di mettere a disposizione del cliente un unico interlocutore che gestisca per lui l’intera catena del valore, dalla verifica tecnica alla realizzazione dei lavori fino ad arrivare alla gestione delle modalità di riscossione del bonus. In questo modo, il cliente ha più tempo per lavorare insieme al suo consulente sulla miglior strategia di ottimizzazione del rinnovato asset patrimoniale” conclude Ameli.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.