Private banking, si diventa leader a due condizioni

Dopo dieci anni caratterizzati da un a profonda crisi e da una regolamentazione in costante cambiamento, il sistema bancario si trova tuttora in un momento di intensa trasformazione, anche a causa della pandemia.
18/08/2021 | Francesco D'Arco

Dopo dieci anni caratterizzati da un a profonda crisi e da una regolamentazione in costante cambiamento, il sistema bancario si trova tuttora in un momento di intensa trasformazione, anche a causa della pandemia. Un processo di trasformazione che deve essere gestito e, sotto diversi punti di vista, accelerato. Secondo una recente indagine firmata da Accenture (“Twin Bank:la sostenibilità al centro della trasformazione digitale”) siamo di fronte ad una evoluzione caratterizzata da due fenomeni principali, che riguardano: la necessità di aggregazione e la gestione della compliance normativa (il cui costo di gestione assorbe oggi tra il 3-5% dell’utile netto). 

 

Non solo. Il settore presenta ancora margine per incrementare gli investimenti in ricerca e sviluppo, fondamentali per una adeguata evoluzione tecnologica delle aziende e per un’evoluzione “sostenibile” del mondo bancario. Al momento questi investimenti non raggiungono il 2% del totale degli investimenti italiani in R&S evidenziando un’incidenza complessiva sensibilmente inferiore ad altri comparti produttivi: il settore Macchinari arriva al 12,5%; IT & software al 7%; Telco al 3,5%; il mondo Automobilistico al 10,5%.

 

Insomma nonostante se ne parli in continuazione, oggi innovazione e sostenibilità sono punti strategici nelle agende di Ceo e C-Level, ma sono ancora un’opportunità non pienamente colta. Eppure la trasformazione digitale ha guidato l’evoluzione di molte aziende negli ultimi 10 anni. E ora che sembra iniziare il decennio della transizione verso la sostenibilità, il mondo bancario si trova impegnato a dover cogliere la doppia sfida per recuperare il terreno in un ambito (tecnologia) e non perderlo nell’altro (sostenibilità).

 

La risposta? Dovrebbe essere quella di guardare a queste due voci come a due elementi strettamente correlati tra loro. Secondo gli esperti di Accenture c’è solo un numero esiguo di aziende che può essere definito «Twin Transformer», capace di mostrare una vision unitaria che lega trasformazione digitale e transizione sostenibile. Proprio questi player, pionieri sia nell’adozione del digitale sia nell’implementazione di azioni di sostenibilità, avranno probabilità 2,5 volte superiori rispetto alle altre di recuperare più rapidamente dalla crisi COVID-19 e di essere tra i “leader di domani”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.