Partner ESG

SFDR, le nuove regole sulla tassonomia proposte dalle autorità europee

EBA, EIOPA e ESMA hanno consegnato alla Commissione Europea il report definitivo sulle norme tecniche di regolamentazione (RTS) per armonizzare contenuti, metodologie e modalità di presentazione delle informazioni richieste dal Regolamento
25/10/2021 | Paola Sacerdote

Le tre autorità di vigilanza europee (EBA, EIOPA ed ESMA) hanno consegnato alla Commissione Europea il report definitivo con la bozza di Regulatory Technical Standards (RTS) riguardanti le informative ai sensi del Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR), come modificato dal Regolamento sull'istituzione di un quadro per facilitare gli investimenti sostenibili (regolamento sulla tassonomia). Le informative si riferiscono a prodotti finanziari che realizzano investimenti sostenibili contribuendo a obiettivi ambientali.

 

Il progetto di RTS mira a un duplice obiettivo: fornire un’adeguata informativa agli investitori finali in merito agli investimenti degli strumenti finanziari in attività economiche ecosostenibili, fornendo loro informazioni comparabili per effettuare scelte di investimento consapevoli; e stabilire un “codice unico” per le informative sulla sostenibilità ai sensi dell'SFDR e del regolamento sulla tassonomia.

 

Entrando più nel dettaglio, le principali proposte contenute nel report redatto dalle Autorità di vigilanza europee riguardano i prodotti ai sensi degli articoli 5 e 6 del regolamento sulla tassonomia e le informative precontrattuali e periodiche.

Per quanto riguarda i prodotti ai sensi degli articoli 5 e 6, le ESA propongono l’inclusione di informative precontrattuali e periodiche che identifichino gli obiettivi ambientali a cui il prodotto contribuisce, e mostrino come e in che misura gli investimenti del prodotto siano allineati alla Tassonomia Ue.

Per misurare come e in che misura le attività finanziate dal prodotto sono effettivamente allineate alla tassonomia Ue, ESA propone che siano utilizzati due elementi: due grafici, che mostrano l'allineamento tassonomico degli investimenti del prodotto finanziario basato su una metodologia specifica che calcola tale allineamento; e una garanzia, fornita da un revisore, o una revisione di una terza parte, da cui risulti che le attività economiche finanziate dal prodotto, che si qualifica come sostenibile dal punto di vista ambientale, sono conformi ai criteri dettagliati del regolamento sulla tassonomia.

 

Riguardo invece alle informative precontrattuali e periodiche, la bozza propone l’inclusione di allegati con modifiche ai modelli obbligatori per i prodotti finanziari che promuovono tematiche ambientali e/o sociali o hanno un obiettivo di investimento sostenibile come definito nell'SFDR, in modo che includano informazioni aggiuntive per i prodotti dell'articolo 5 e dell'articolo 6 ai sensi del regolamento sulla tassonomia.

Per quanto riguarda la questione specifica del trattamento delle obbligazioni sovrane nella rappresentazione dell'allineamento tassonomico degli investimenti, le ESA hanno deciso di richiedere la comunicazione dell'allineamento tassonomico degli investimenti in due modi: uno che include e l’altro che esclude le esposizioni sovrane dal calcolo.

Per tutelare gli investitori dal rischio di greenwashing, la bozza di RTS contiene un grafico che include nel calcolo tutti gli investimenti del prodotto finanziari sostenibile sottoposto a disclosure. Poiché non esiste una metodologia appropriata per valutare l'allineamento tassonomico delle obbligazioni sovrane, le ESA hanno aggiunto un secondo grafico che mostra l'allineamento tassonomico del prodotto finanziario in cui tutte le esposizioni sovrane sono escluse dal calcolo.

 

Bruxelles esaminerà la bozza di RTS, e deciderà se approvarla entro 3 mesi dalla pubblicazione. La Commissione europea ha informato il Parlamento europeo e il Consiglio che intende incorporare tutte le norme tecniche di regolamentazione della SFDR, ovvero sia quelle presentate alla Commissione nel febbraio 2021, sia quelle contenute in questa relazione, in un unico strumento.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.