ADVISOR GUIDEBOOK 8 - MULTI ASSET INCOME 

Introduzione

 

La risposta multipla alla voglia di income

 

di Francesco D’Arco

 

Finalmente è arrivata la ripresa. Ma non illudetevi: è senza forza. È questo il messaggio trasmesso a metà luglio 2014 dal Fondo Monetario Internazionale che, rispetto al World Economic Outlook di primavera, ha ridotto le stime sul Pil di Eurolandia nel 2014 all'1,1% (contro il precedente 1,2%), confermando, però, il dato sul 2015: 1,5%. Insomma: vietato brindare, non siamo alla fine del tunnel, anzi, si corre ancora il "rischio di una stagnazione nel medio termine".

Il perché di queste nuove previsioni? Un'espansione economica più debole del previsto nel primo trimestre 2014 e, soprattutto, non distribuita in maniera omogenea tra i diversi Paesi.

Eppure, se si considera l'andamento dei mercati borsistici europei difficile farsi prendere dal pessimismo o dalla cautela. Ad esempio, il Ftse Mib di Piazza Affari, che solitamente non è considerata la borsa più attraente del mondo (anche se gli investitori esteri sembrano aver riscoperto il piacere del Made in Italy, ndr), negli ultimi 12 mesi ha messo a segno un rialzo di quasi il 35% (dati aggiornati al 15 luglio 2014, ndr); un dato importante che non si sposa, agli occhi dei più ottimisti, con le previsioni del FMI.

In realtà quello che i due dati letti insieme rivelano (e che il FMI ha ben evidenziato nelle sue previsioni) è che ci troviamo ancora in una fase dominata da un alto tasso di volatilità. L'incertezza non è svanita e un risparmiatore ha di fronte a sé ancora la stessa incognita: come posso ottenere una rendita? Una domanda semplice che, fino a quando vigeva la regola del "risk free", riceveva una risposta altrettanto semplice. Ma oggi che i porti sicuri sono solo un lontano ricordo è difficile per promotori finanziari, consulenti e private banker dare una soluzione a clienti che puntano alla rendita. Difficoltà che aumenta se si considera anche il profondo cambiamento demografico verificatosi nella società italiana a partire dalla metà del secolo scorso e che sta creando forti pressioni sulla sostenibilità del sistema pensionistico tradizionale generando un profondo gap previdenziale.

La risposta a questo disavanzo non può essere fornita con le sole obbligazioni, che garantiscono un flusso di reddito regolare ma hanno una cedola statica e un rischio di volatilità e di perdita di capitale da non sottovalutare. E non può essere fornita con le sole azioni che vantano dividendi in aumento ma l'incertezza sullo stacco cedola è continua. Una risposta può invece arrivare da una strategia multi-asset. In tanti ne parlano e noi, nella collana ADVISOR GUIDEBOOK, ne abbiamo già discusso. Quello che ancora non abbiamo descritto è come le strategie MULTI-ASSET possano trasformarsi in generatori di "INCOME". E questo è il titolo (e il tema) dell'8° volume della collana realizzato in collaborazione con M&G Investments.

 

 

Prefazione

Un futuro attraente e sostenibile

 

di Matteo Astolfi, director M&G Investments Italia

 

In gran parte del mondo sviluppato, la domanda di cedole è in aumento. La composizione della popolazione per età ha subìto profondi cambiamenti nel corso dell'ultimo secolo e oggi una quota minore di persone in età lavorativa si trova a sostenere finanziariamente una popolazione di pensionati sempre più numerosa. In questo ambiente, non è possibile contare sulla sola struttura statale come garanzia di un futuro agiato per tutti i cittadini. Di conseguenza si sta diffondendo la consapevolezza di dover agire adesso per poter far fronte alle esigenze individuali e familiari, destinate solo ad aumentare negli anni. Molti risparmiatori, però, si sentono inadeguati di fronte alla scelta del modo migliore per predisporre riserve finanziarie sufficienti per il resto della vita.

D'altra parte è comprensibile sentirsi in difficoltà dovendo prendere la giusta decisione per garantirsi una vita da pensionati senza il rischio di esaurire i risparmi e la possibilità di lasciare qualcosa alla famiglia. In questi casi delegare le decisioni di investimento complesse a un gestore di fondi esperto può essere un'opzione molto valida.

Investendo in un fondo a distribuzione di cedole si sceglie un approccio più pratico. I fondi multi-asset a distribuzione possono risultare particolarmente appetibili, alla luce delle rendite ostinatamente basse ottenibili dalle fonti di reddito tradizionali, come la liquidità e i titoli di Stato dei Paesi più solidi.

I fondi multi-asset offrono, infatti, la possibilità di attingere reddito da una gamma più ampia di asset remunerativi, combinati in un unico strumento. Dato che asset diversi si comportano in modo differente nelle varie condizioni di mercato, nel lungo periodo la diversificazione gestita attentamente può contribuire a mitigare la volatilità del mercato e uniformare il profilo di reddito e rendimento del fondo. 

Il giusto mix di attivi nel momento adatto implica anche la più alta probabilità di accrescere il capitale nel tempo. Questo è un aspetto essenziale per poter offrire un flusso cedolare crescente, in termini assoluti. Infatti, una percentuale di rendimento molto alta su una base di capitale in diminuzione si tradurrebbe comunque in un flusso reddituale decrescente.

Si tratta di un rischio da considerare attentamente, soprattutto tenendo conto di fattori come l'inflazione, che può erodere nel tempo il potere d'acquisto del patrimonio individuale e le aspettative di vita più lunghe, che oggi come non mai, implicano l'esigenza di diluire l'impiego dei risparmi affinché durino più a lungo.

Chi aspira ad avere risorse finanziarie sufficienti per godersi un futuro spensierato deve quindi fare in modo che i suoi risparmi generino un flusso reddituale attraente e sostenibile; personalmente, credo che un fondo multi-asset a distribuzione rappresenti un'opzione potenzialmente molto valida per raggiungere tale obiettivo.

 

 

BOX

Perché M&G Investments

 

M&G Income Allocation Fund è affidato a Steven Andrew, un gestore di grande esperienza in ambito multi-asset che si occupa di un fondo analogo domiciliato nel Regno Unito sin dal 2010. Oltre ad una rendita regolare e crescente, Steven persegue attivamente anche l'accrescimento del capitale. L'obiettivo di ottenere cedole del 4%* per anno, su un capitale tendenzialmente crescente nel lungo termine, è volutamente prudente: il gestore considera questo livello raggiungibile su base costante nel tempo, senza bisogno di avventurarsi in aree sempre più rischiose per generare rendimenti complessivi irrealistici.

 

 

*Il rendimento obiettivo non è garantito e potrebbe essere modificato in futuro. Le spese correnti sono dedotte dagli investimenti detenuti in portafoglio e non dal reddito generato dagli stessi. La deduzione di tale onere può incidere sulla crescita potenziale dell'investimento. Sulla base del rendimento lordo, che corrisponde alla distribuzione totale del fondo nell’arco di 12 mesi, come percentuale del prezzo azionario corrente al lordo delle imposte. Il valore degli investimenti sui mercati finanziari tende a oscillare determinando movimenti al rialzo o al ribasso dei prezzi dei Comparti, pertanto è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito. Il presente documento è concepito a uso esclusivo di investitori qualificati. Non destinato alla distribuzione ad altri soggetti o entità, che non devono basarsi sulle informazioni in esso contenute. Queste informazioni non costituiscono un’offerta o una sollecitazione di offerta per l’acquisto di azioni di investimento di uno dei Comparti qui citati. Gli acquisti relativi a un Fondo devono basarsi sul Prospetto Informativo corrente.  Copie gratuite degli Atti Costitutivi, dei Prospetti Informativi, dei Documenti di Informazione Chiave per gli Investitori (KIID) e delle Relazioni annuali e semestrali sono disponibili presso l’ACD: M&G Securities Limited, Laurence Pountney Hill, London, EC4R 0HH, GB.Tali documenti sono disponibili anche sul sito: www.mandgitalia.it. Prima della sottoscrizione, leggere il Prospetto Informativo, che illustra i rischi di investimento associati a questi comparti.  Questa attività di promozione finanziaria è pubblicato è pubblicato da M&G International Investments Ltd. Sede legale: Laurence Pountney Hill, Londra EC4R 0HH.