avatar

23/05/2018

Non è tassabile la vendita occasionale di auto storiche

di Stefano Massarotto - Facchini Rossi Soci

Highlights
  • Questo è quanto ha recentemente deciso la Commissione Tributaria di Torino con la recente sentenza n. 351/2018, in merito ad un tema di non facile inquadramento fiscale
La News

Una società semplice che – in assenza di un intento speculativo – procede allo “smobilizzo di una preziosa collezione d’autonon è tassata sul guadagno conseguito (né lo sono i soci della società stessa).

Questo è quanto ha recentemente deciso la Commissione Tributaria di Torino con la recente sentenza n. 351/2018, in merito ad un tema di non facile inquadramento fiscale. Questo perché un’opera d’arte, un auto storica, etc.., può essere venduta sia nell’ambito di una attività commerciale, sia di una attività di mero collezionismo, il che dovrebbe implicare un differente trattamento fiscale dei guadagni conseguiti. 

Ma non è semplice distinguere il semplice “collezionista” dal “mercante” e le posizioni della giurisprudenza e degli Uffici accertatori spesso non aiutano. A ciò si aggiunga che il mercato dei collezionisti è stato “messo sul chi vive” qualche mese fa da una bozza di legge (per fortuna non confermata nella legge definitiva) che rischiava di aggravare la tassazione da parte dei privati. 

Nel caso oggetto della sentenza, la società semplice possedeva un importante patrimonio in immobili e auto sportive, patrimonio formato progressivamente sin dagli anni ’70 dal capofamiglia, poi deceduto. In quest’ambito, l’Ufficio, considerando l’importante rilevanza economica delle auto storiche, aveva attribuito la natura commerciale all’attività di smobilizzo delle stesse. Di diverso avviso i Giudici piemontesi, i quali hanno valorizzato che la vendita delle auto era nei fatti una “dismissione” (di beni acquistati per successione), tant’è che è avvenuta in blocco, a favore di un unico compratore con un “inevitabile contenimento dei prezzi stabiliti per ciascuna di esse, rispetto a quelli che potevano essere conseguiti con una vendita parcellizzata”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: