avatar

26/09/2022

PMI italiane, una partnership per promuovere l’internazionalizzazione

Highlights
  • Broletto Corporate Advisory ha concluso un accordo con Global M&A Partners per supportare progetti di internazionalizzazione e “cross-border M&A” delle imprese
La News

Broletto Corporate Advisory, la boutique indipendente di consulenza di Milano focalizzata su operazioni di finanza straordinaria rivolta in particolare alle esigenze delle imprese familiari in Italia ed all’estero, ha concluso un accordo di partnership in esclusiva con Global M&A Partners per il mercato italiano.

Global M&A Partners è il principale gruppo internazionale di società di consulenza M&A indipendenti specializzate in transazioni a media capitalizzazione (da 20 a 500 milioni di euro) che, con l’esperienza degli oltre 200 dealmaker attivi supportati da oltre 200 analisti, fornisce supporto e opportunità cross-border ai propri clienti, servendo imprese locali e multinazionali in tutte le loro esigenze di finanza straordinaria ed in particolare M&A, IPO, fundraising, operazioni di private equity e Project Finance.

Obiettivo della partnership è per Broletto rafforzare ulteriormente la propria presenza internazionale a supporto dei progetti di internazionalizzazione e “cross-border M&A” dei propri clienti. Per Global M&A Partners, questa partnership consente di espandersi ulteriormente a livello internazionale, includendo un paese molto strategico e ricco di opportunità come l’Italia.

“Il mercato dell’M&A in Italia è particolarmente interessante e conta in media circa 1.000 operazioni all’anno, di cui oltre la metà cross-border” ha dichiarato Andrea Scarsi, amministratore delegato di Broletto Corporate Advisory. “Come Broletto, già oggi oltre il 60% dei progetti che seguiamo vede il coinvolgimento di almeno una controparte internazionale. Questa partnership con Global M&A Partners ci permetterà di offrire un servizio ancor più completo ed una presenza internazionale capillare ai tanti nostri clienti sempre più desiderosi di espandersi all’estero.

Dal punto di vista dei numeri, vale la pena di ricordare come – da uno studio KPMG - nel 2021, le operazioni outbound cross-border sono state oltre 200, rivolte soprattutto verso la Francia (34 transazioni) e gli USA (32), dove tramite GMAP siamo presenti con ben 5 uffici locali.

Questi numeri fanno capire l’importanza del mercato e le motivazioni dell’accordo con un importante gruppo di consulenza a livello internazionale, capace di mettere in campo skills specialistiche in diversi paesi e in differenti settori”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: