BNP Paribas, nuovi memory cash collect su panieri bancari

I certificate con durata biennale offrono premi potenziali con effetto memoria a cadenza trimestrale, pari ad un rendimento compreso tra il 2,40% e il 4,5%
03/05/2021 | Lorenza Roma

BNP Paribas emette una nuova serie di certificate memory cash collect su panieri bancari con durata biennale. La nuova emissione offre premi potenziali con effetto memoria a cadenza trimestrale, pari ad un rendimento compreso tra il 2,40% (9,6% annuo) e il 4,5% (18% annuo) e, a scadenza, protezione del capitale nominale in caso di ribassi dell’azione sottostante fino al 30%.

 

I nuovi memory cash collect hanno come sottostante panieri bancari, che consentono di creare dei basket che offrono un buon equilibrio tra rendimento e rischio, grazie alla presenza di un comparto come quello delle banche che ha dimostrato un’elevata resilienza anche grazie al supporto della BCE. I sottostanti includono i principali istituti italiani ed europei, come Intesa SanPaolo, UniCredit, FinecoBank, Mediobanca, Banco BPM, Societe Generale e Deutsche Bank.

 

I nuovi prodotti consentono di ottenere premi con effetto memoria nelle date di valutazione trimestrali anche nel caso di andamento negativo delle azioni che compongono il paniere, purché la quotazione dell’azione peggiore del paniere sia pari o superiore al livello barriera. Inoltre, a partire dal sesto mese di vita, i certificate possono scadere anticipatamente e l’investitore riceve il valore nominale (100 euro per certificate) qualora nelle date di valutazione trimestrali tutte le azioni che compongono il paniere quotino a un valore pari o superiore al rispettivo valore iniziale.

 

Luca Comunian, head of distribution marketing & communication – global markets di BNP Paribas Corporate & Institutional Banking, ha commentato: “Con questa emissione di memory cash collect abbiamo voluto riproporre i basket di azioni, allargando lo spettro di sottostanti in cui è possibile investire con i nostri prodotti al comparto bancario. Questo per risponde all'esigenza dell'investitore finale di ottenere un'esposizione ad un comparto che nell’ultimo periodo ha ritrovato interesse grazie alle politiche monetarie e fiscali dei paesi europei”.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.