Banche e Tecnologici per certificati ad alto rendimento

Nella nuova emissione di Societe Generale trovano spazio basket con azioni di questi due comparti, con target di rendimento che arrivano fino al 25% annuo
13/09/2021 | Redazione Advisor

Bancari e Tech sono due comparti particolarmente presenti nei portafogli azionari degli investitori, chi per la forte propensione a distribuire dividendi, chi per il forte appeal in termini di crescita. Per il settore bancario lo scenario attuale è decisamente favorevole, con la BCE che intende mantenere una politica monetaria accomandante e che ha confermato la tenuta della ripresa, nonostante le varianti di Covid-19 in corso. Per il settore Tech il tema della digitalizzazione accompagnerà e cambierà la quotidianità di ognuno di noi, sia dal punto di vista professionale, che personale.

 

Per prendere posizioni asimmetriche sul mercato, che consentano di poter beneficiare di rendimenti periodici e di offrire una protezione condizionata sul capitale, si può sfruttare l’opportunità offerta dai certificate. Societe Generale ha ampliato la propria gamma con sei nuovi certificati Cash Collect su panieri Worst of di azioni, con barriere dal 60% al 70% e una scadenza massima di due anni, che prevedono anche l’esposizione su titoli del settore banking e tecnologico.

 

Ciò che caratterizza i nuovi prodotti sono: la possibilità di ottenere i premi trimestrali condizionati se, alla relativa data di valutazione trimestrale, il prezzo di chiusura di tutte le azioni del paniere è superiore o uguale alla barriera. In tale caso, l’investitore riceverà oltre al premio relativo al trimestre corrente anche i potenziali premi condizionati non distribuiti nei trimestri precedenti poiché non si era verificata la condizione di pagamento, sfruttando il cosiddetto effetto memoria. Inoltre vi è la possibilità di una liquidazione anticipata automatica su base trimestrale a partire dal secondo trimestre per un importo di liquidazione pari al 100% del valore nominale (100 Euro), se il prezzo di chiusura di tutte le azioni del paniere risulta pari o superiore al rispettivo prezzo iniziale. Infine qualora il certificato non sia stato liquidato anticipatamente, i certificati prevedono la protezione condizionata del valore nominale a scadenza, se il prezzo di chiusura di tutte le azioni del paniere risulta pari o superiore alla barriera. In caso contrario, ovvero se il prezzo di chiusura di almeno un’azione del paniere risulta inferiore alla barriera, l’investitore riceve un importo di liquidazione commisurato alla performance finale peggiore tra quelle delle azioni del paniere. In tale caso l’investitore è esposto al rischio di perdita del capitale investito.

 

 

Prendiamo come esempio un certificato della nuova emissione che contiene titoli del settore bancario. E’ il caso di certificate con ISIN XS2313684776 su paniere Worst of composto da Unicredit, Banco BPM e Ferrari, che prevede un premio trimestrale lordo condizionato del 3% (12% su base annua) e una barriera del 70% dei rispettivi Strike iniziali per il pagamento dei premi e la protezione condizionata a scadenza. Il certificato scambia attualmente sotto la parità (circa 98 euro in acquisto) e l'azione peggiore, Banco BPM, si trova circa il 29% sopra la barriera.

 

 

Nel caso si preferisse invece puntare maggiormente sull’ambito tech si può optare invece per il certificate con ISIN XS2313685153 su paniere Worst of composto da AirBNB, Baidu e SolarEdge che prevede un premio trimestrale lordo condizionato del 4,10% (16,40% annuo) e una barriera del 60% dei rispettivi Strike iniziali per il pagamento dei premi e la protezione condizionata a scadenza. Il certificato scambia anch'esso sotto la parità (circa 98 euro in acquisto) e l'azione peggiore, SolarEdge, dista oltre il 37% dalla barriera.

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.