Etf Europa: bene gli obbligazionari, ancora deflussi per gli azionari

L'analisi dei trend a cura di Lyxor evidenzia flussi relativamente limitati per il mese di aprile e la prosecuzione dei disinvenstimenti sugli strumenti azionari europei e asiatici
06/05/2016 | Davide Mosca

Ancora deflussi per gli Etf azionari Europa e Asia, mentre continuano a far registrare performance positive gli obbligazionari corporate e emergenti sostenuti dal recupero dei prezzi delle materie prime e dalle politiche monetarie accomodanti.

 

Queste le principali evidenze dell'analisi Lyxor sull'andamento del mercato degli Etf in Europa nel mese di aprile, in cui la raccolta netta si è attestata a 2,3 miliardi di euro per un totale di masse in gestione pari a 446 miliardi, in calo dell'1% rispetto al 31 dicembre 2015.

 

Per quanto riguarda in dettaglio i singoli settori, gli Etf azionari hanno subito deflussi pari a 1,9 miliardi con disinvestimenti che hanno raggiunto quota 5 miliardi ytd. Questi deflussi hanno riguardato soprattutto gli Etf azionari europei e asiatici dato il contesto di volatilità elevata e di bassa inflazione. Nel comparto, statunitensi e emergenti registrano le migliori performance con flussi rispettivamente di 1,4 e 1,7 miliardi.

 

Per quanto concerne gli Etf a reddito fisso, i flussi restano sostenuti con le obbligazioni societarie che raccolgono 3 dei 4 miliardi totali. Sia il segmento investment grade che quello high yield hanno beneficiato dell'annuncio degli interventi della Banca Centrale Europea, con afflussi pari rispettivamente a 2,4 miliardi e a 573 milioni.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.