Azionario e ESG ancora sugli scudi

A settembre i flussi nel mercato europeo dei fondi aperti e negli ETF si sono indirizzati soprattutto verso le azioni globali. Raccolta record per gli ETF ESG. Il Lyxor Money Monitor
21/10/2020 | Paola Sacerdote

L’azionario continua ad essere in cima alle preferenze degli investitori. E’ quanto rileva l’ultimo Lyxor Money Monitor, che analizza l’andamento dei flussi nel mercato europeo dei fondi aperti e degli ETF. Secondo il report infatti, nel mese di settembre i flussi azionari hanno superato quelli obbligazionari di oltre 10 miliardi di euro. Gli investimenti si sono diretti perlopiù verso le azioni globali attraverso esposizioni ampie o settoriali. Gli afflussi netti nel reddito fisso sono stati invece modesti, perché gli investitori “sono sempre più preoccupati per le valutazioni obbligazionarie elevate e nel corso del mese hanno cominciato a chiudere le proprie posizioni nelle obbligazioni societarie” spiega Vincent Denoiseux, head of ETF Research and Solutions di Lyxor.

 

A livello di singole singole asset class, complessivamente, gli ETF e i fondi a reddito fisso hanno registrato una raccolta netta pari a 6,7 miliardi di euro (6,8 miliardi di euro nei fondi aperti e -0,1 miliardi di euro negli ETF), perlopiù nei fondi in valuta estera o con esposizione ampia.

Gli ETF e i fondi azionari hanno raccolto nuovi capitali per un totale di 18,8 miliardi di euro, di cui 12,6 miliardi nei fondi e 6,2 miliardi negli ETF.

 

Scendendo nel dettaglio dei flussi degli ETF, a settembre la raccolta complessiva si è attestata a 5,1 miliardi di euro. Gli ETF obbligazionari ed azionari hanno accumulato rispettivamente -0,1 miliardi e 6,2 miliardi.

Gli ETF Smart Beta sono rimasti prevalentemente invariati, e alcuni investitori hanno iniziato a rivolgere la propria attenzione all'universo value, attratti dallo spread di valutazione storicamente elevato tra le azioni growth e quelle value.

 

Il report evidenzia che gli ETF ESG hanno chiuso un altro mese da record in termini di raccolta, che si èattestata a 3,9 miliardi di euro, superando il precedente primato di 3,7 miliardi di giugno. I flussi degli ETF ESG rappresentano ora più della metà degli investimenti complessivi negli ETF effettuati nel 2020.

Dalla ripartizione dei flussi per asset class il report evidenzia che da gennaio 2017, gli ETF azionari hanno ricevuto la maggior parte dei flussi ESG, pari a circa l'80% degli afflussi totali (48 miliardi di euro). Più di recente, gli ETF ESG obbligazionari hanno beneficiato di investimenti più elevati e stanno ora registrando una crescita costante. Da inizio anno, gli ETF a reddito fisso hanno raccolto 4,7 miliardi di euro, appena al di sotto del doppio del totale accumulato nello stesso periodo del 2019 (2,8 miliardi).

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.